Skip to content

Abitare la città. Tra esperienza estetica e rifigurazione del sé

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Moreni
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Rita Messori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

La città contemporanea così come si è sviluppata appare talmente suadente e voluttuosa che la quasi totalità del mondo l'ha assurta a modello del vivere. Le sue maglie ortogonali facilmente esportabili ovunque imbrigliano la vita sociale in una sterile e asettica zonizzazione. I suoi enormi centri commerciali col loro futuristico e sfavillante aspetto attirano orde di consumatori che li preferiscono alle piazze e alle strade. I grattacieli dipingono skyline marchiate dalla luce dei brand finanziari e commerciali e i mass media si frappongono all'esperienza diretta della città col loro carico simbolico e virtuale. Gli uomini, in un tale contesto, abdicano la natura di abitanti ascendendo allo status di munifici acquirenti. Le multinazionali del commercio hanno sostituito con i loro marchi il mito urbano e noi cittadini siamo inconsciamente regressi verso un'inconsistenza percettiva e significativa che ci ha condotto verso lo spaesamento e l'assenza di senso.
Questa tesi vuole essere una onesta presa di coscienza della situazione presente e non un anatema anticapitalista, men che meno, un'invettiva. Si vuole più semplicemente umanizzare la città riportandola a misura dell'abitare.
A tal proposito si suggeriva di accogliere le intuizioni di Paul Ricoeur e di Evelina Calvi. La città, anziché giustapposizione di grandi magazzini e grattacieli, deve essere configurata in un racconto composto dalla messa in intreccio degli eventi che si sono sedimentati nei suoi edifici, nelle sue piazze, lungo le sue strade. La contemporaneità necessita della poiesis di un'architettura narrativa capace di mettere in atto la configurazione: momento in cui il tempo si allocherà nello spazio e l'ambiente urbano sarà risultante di cronotopi in cui ogni abitante riscoprirà la propria identità personale sussumendola in quella più generale dell'intreccio collettivo. Il progetto architettonico si concretizzerà e prenderà vita mediante l'esistenza estetica. Essa, consiste in quella percezione sinestetica e pre-cognitiva delle atmosfere, ovvero percezione di «spazi emozionalmete tonalizzati» dal «lavoro estetico» dell'architettura. Dalla relazione uomo-luogo scaturirà «l'atmosfera» urbana, frutto di un corpo che abita gli spazi e una città configurata all'uopo. Una tale relazione è sia sensibile che affettiva, perciò estetica.
L'esistenza estetica, pertanto, sarà l'approccio che ci consentirà di attraversare i luoghi urbani leggendone gli intrecci, favorendo la nostra attitudine all'appartenenza.
L'ultimo passo per riconquistare il senso urbano è la rifigurazione, il momento in cui il mondo del racconto interagisce con quello del lettore. Qui egli si riconosce in una narrazione globale che gli consente di sentirsi parte del vissuto urbano e produce identità personale. Al fine di porre in essere la rifigurazione occorre un approccio estetico e itinerante ai luoghi urbani, il solo che è operazione di senso poiché permette di instaurare una relazione affettiva e sensibile con l'intreccio cittadino.
Colui che meglio incarna questo rapporto è il flâneur, vera e propria effige dell'erranza estetica. Essa è il precipuo viatico per rifigurare noi stessi in quanto inserimento del sé in un mythos reale, fatto di vissuto e non effimero come quello delle merci.
L'identità del singolo non può che passare attraverso la presa di coscienza della propria storia, la quale trova un senso se collocata all'interno di un orizzonte di senso condiviso e cioè di una memoria collettiva.
Benjamin ha il merito innegabile di aver colto nel ritorno del passato all'interno del presente, la possibilità che qualcosa di non avvenuto possa accadere, possa essere la base su cui reinterpretare il presente e riedificare un futuro diverso.
L'irrompere shockante delle tracce della storia risveglia la società dal torpore consumistico e le permette di ritrovare sé stessa in una dialettica tra passato, presente e futuro di cui l'architettura è poiesis.
Se si avranno il coraggio e la spregiudicatezza necessari per configurare la realtà urbana, lo shock anamnestico posto in essere dalla flânerie eluderà il vacuum esistenziale postmoderno e lo trasformerà in vita vissuta, davvero.

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Moreni
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Rita Messori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
nullnull   nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnull nullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull!null ∀ null#nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull ∃nullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull!null % nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull&nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull∋nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull(nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull ∗nullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull!null + nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull,nullnullnull nullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull − null.nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull ∀ nullnullnullnullnullnullnull0nullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull null1nullnull)2nullnullnullnullnullnull null ∗nullnullnullnullnullnullnullnull334nullnullnull6777null % nullnullnullnullnull/nullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull null1nullnullnull9nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull33:nullnullnull+null + nullnullnullnullnullnullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull null8nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull44%nullnullnullnull − nullnullnullnullnullnull1nullnull nullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnullnull null8nullnullnullnullnull=nullnullnullnullnullnullnullnullnullnull∀44%nullnullnull+null

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

metropoli
configurazione
flaneur
spaesamento
città contemporanea
prefigurazione
architettura narrativa
perdita di senso
città mediata
rifigurazione
esistenza estetica
erranza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi