Skip to content

Incidenza e analisi del disagio psichico in una popolazione di richiedenti asilo e rifugiati: primi interventi terapeutico-riabilitativi nell’area del comune di Enna, Sicilia.

Informazioni tesi

  Autore: Anna Banchellini
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Laurea in Tecniche della Riabilitazione Psichiatrica
  Relatore: Ferruccio Stanga
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

La tesi indaga gli eventuali disagi psichici insorti in una popolazione di migranti in seguito al viaggio che intraprendono per venire in Italia dall'Africa occidentale.

Informazioni tesi

  Autore: Anna Banchellini
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Laurea in Tecniche della Riabilitazione Psichiatrica
  Relatore: Ferruccio Stanga
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Secondo capitolo Dove sono stata Nel mese di agosto sono stata ospite nella comunità diffusa di Don Bosco 2000 con sede ad Aidone, un piccolo paese del comune di Enna. I di Aidone gestisce in una rete ben integrata al territorio i progetti SPRAR e CAS. SPRAR significa “Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati” a cui il richiedente asilo può accedere nel caso in cui manchi dei mezzi di sussistenza. Lo Sprar è composto da una rete di enti locali che, attraverso il Fondo nazionale per le politiche e i servizi di asilo (Fnpsa), realizzano progetti di accoglienza integrata. Il sistema non si limita a un’accoglienza meramente assistenziale ma è volto ad integrare le persone nel territorio attraverso l’accoglienza in piccoli centri sviluppando progetti personalizzati. CAS invece vuol dire “centro di accoglienza straordinaria”, secondo la legge 142/2015, qualora sia esaurita la disponibilità di posti all’interno delle strutture di prima e/o seconda accoglienza, sono apprestate dal Prefetto misure straordinarie di accoglienza, in strutture temporanee e limitatamente al tempo strettamente necessario al trasferimento del richiedente nelle strutture di prima o seconda accoglienza. 15 Il modello di accoglienza diffusa nel territorio aidonese è molto particolare: i migranti sono accolti in appartamenti privati affittati dall’associazione, suddivisi in relazione alla loro origine etnica, per avviare da subito un regime di semi- indipendenza. Gli operatori affiancano i migranti nelle attività quotidiane e svolgono un costante monitoraggio della gestione delle abitazioni rispetto all’igiene, alla preparazione dei pasti e alla pulizia delle strutture oltre a vigilare attentamente sul rispetto delle regole della comunità. 16 Negli uffici del centro erano sempre presenti due psicologhe e diversi educatori che si occupavano della parte medico-sanitaria dei ragazzi e della gestione economica con distribuzione dei “pocket money”. I ragazzi, al principio per necessità, ma col passare del tempo per fiducia, si rivolgevano agli operatori per qualsiasi richiesta. Oltre alla gestione degli alloggi il centro si occupa anche di una comunità per minori, con copertura sulle 24 ore, che ospita 20 ragazzini. Sfortunatamente ho potuto fare solo un rapido giro in questa struttura perché i ragazzi sono arrivati lo stesso mio giorno e sbarcati pochi giorni prima, perciò sarebbe stato fuori luogo e prematuro far loro dei test. Nonostante io abbia passato davvero poco tempo con loro è stato intenso vedere i loro sguardi. Gli operatori durante la giornata fanno il “giro case”, a cui ho partecipato anch’io i miei primi giorni per conoscere un po’ i ragazzi. Questo giro consiste nel andare nelle diverse case per controllare che tutto sia in ordine e ascoltare i ragazzi nel caso avessero bisogni particolari o dubbi. Dopo i primi giorni di orientamento mi è stato affiancato un ragazzo di nome Sitapha che parla fluentemente italiano e francese perché mi desse una mano a tradurre le scale di valutazione ai ragazzi. Con Sitapha partivamo la mattina presto e andavamo di casa in casa a somministrare test. 15 Riferimento alla rivista OpenPolis 16 Don Bosco 2000, costruttori di ponti 26

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

etnopsichiatria
migranti
hamilton
interventi riabilitativi

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi