Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La compressione dei diritti costituzionali in ragione della lotta al terrorismo: il caso americano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Cap. 1 - Il terrorismo: le nuove paure e le questioni che si aprono 14 Sullo stesso tono si pone l’ex presidente americano Jimmy Carter, il quale sostiene che inizialmente George W. Bush ha risposto in modo intelligente ed efficace agli attentati dell’11 settembre, ma successivamente un gruppo di conservatori, col pretesto di una guerra al terrorismo, ha cercato di far approvare alcuni vecchi progetti; inoltre, egli sostiene che l’annullamento dei trattati internazionali, il trattamento dei detenuti a Guantanamo (Cuba), le limitazioni dei diritti civili, l’attacco preventivo all’Iraq, comportano il verificarsi di conseguenze significative sugli Stati Uniti, in quanto questo “unilateralismo” finisce per isolare la nazione da quei paesi di cui essa necessita per sconfiggere il terrorismo. In generale la critica che viene mossa riguarda il fatto che Washington si riserva il diritto di agire unilateralmente ove i propri interessi lo richiedano, riducendo in tal modo il ruolo e la rilevanza delle organizzazioni internazionali e mettendo in luce tutte le incapacità ed i limiti delle Nazioni Unite. La guerra, sostengono gli oppositori, deve essere decisa sulla base delle deliberazioni internazionali, dopo una paziente e lunga mediazione diplomatica e solo qualora ciò si configurasse come l’extrema ratio 34 . Aldilà ed al di sopra delle polemiche e delle accuse da una parte, delle motivazioni e delle giustificazioni addotte per contrastare efficacemente il terrorismo dall’altra, l’aspetto più significativo è la rilevanza giuridica del concetto di guerra preventiva e le relative implicazioni sulle norme del diritto internazionale. 34 Cfr. De Paoli L., Il Sogno Americano, in , consultato il 02/06/2003; Carter warns aganist a ‘catastrophic’ war, BBC news, in , articolo del 10 dicembre 2002, consultato il 03/06/2003; Ferretti R., La dottrina Bush, in , consultato il 03/06/2003.

Anteprima della Tesi di Michele Martellino

Anteprima della tesi: La compressione dei diritti costituzionali in ragione della lotta al terrorismo: il caso americano, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Michele Martellino Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5005 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.