Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Principi di funzionamento del radar. Analisi teorica e misure del componente Front-End

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

QUESTA EQUAZIONE MATEMATICA, CHIAMATA EQUAZIONE DEL RADAR, PER DETERMINARE IN MODO APPROSSIMATO IL CALCOLO DEL RANGE E’ SEMPLIFICATA E NON DA RISULTATI REALISTICI, COSTITUISCE COMUNQUE UNA BASE DI VALUTAZIONE. IL MINIMO SEGNALE RILEVABILE E‘ UNA QUANTITA STATISTICA E PUO‘ ESSERE ESPRESSA COME RAPPORTO S\N : Smin = (K T B Fn ) (S\N) L‘ESPRESSIONE DEL RANGE VIENE QUINDI ESPRESSA NEL SEGUENTE MODO : PREDIZIONE RANGE FARE UNA PREVISIONE DEL RANGE CONSIDERANDO FORMULE STATISTICHE E’ UNA BASE CHE PERMETTE DI QUALIFICARE LE PRESTAZIONI DI UN RADAR PREVEDERE IL RANGE DI UN TARGET DA PARTE DI UN RADAR SIGNIFICA DOVER CONSIDERARE TUTTE QUELLE SITUAZIONI SVAVOREVOLI CHE POSSONO PRESENTARSI IN QUALSIASI MOMENTO: -PESSIME CONDIZIONI AMBIENTALI (RAIN CLUTTER, INTENSA, DEBOLE) -PARTICOLARI DIMENSIONI DEGLI OGGETI (SFERICI,PUNTIFORME, DISTRIBUITI) -INTERFERENZE DA PARTE DI ALTRI APPARECCHI O RADAR

Anteprima della Tesi di Roberto Napoletani

Anteprima della tesi: Principi di funzionamento del radar. Analisi teorica e misure del componente Front-End, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'informazione

Autore: Roberto Napoletani Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10920 click dal 29/10/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.