Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fondamenti biologici del linguaggio secondo Noam Chomsky. Grammatica Universale e dati sperimentali.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I FONDAMENTI BIOLOGICI DEL LINGUAGGIO SECONDO NOAM CHOMSKY  so a causa di una lettura troppo superficiale della teoria della Grammatica Universale. Per questo motivo riteniamo doverosa un’esposizione della GU ad un certo livello di dettaglio, un livello minimo che possa garantire una più ampia riflessione sul reale con- tributo di Chomsky nei confronti delle scienze cognitive. *OLDUJRPHQWLGHLFDSLWROL Siamo dunque convinti che sia necessario conoscere ad un certo livello di pro- fondità le caratteristiche salienti della teoria chomskiana, per poi discuterne la possibili- tà che essa costituisca un’impalcatura teorica “valida” rispetto ai dati sperimentali. Ab- biamo scelto in proposito di dedicare alla Grammatica Universale uno spazio importan- te, pur limitandoci ad un’esposizione schematica e divulgativa degli aspetti formali, e concentrandoci sulle formulazioni teoriche più recenti15. In particolare, passare in rassegna gli aspetti salienti del modello dei principi e dei parametri (P&P)16 risulterà utile per una migliore focalizzazione circa il cambiamen- to di prospettiva (tutt’ora in corso) introdotto dal Programma Minimalista17; prendere in esame le caratteristiche del PM consentirà di riflettere in che senso sia possibile studiare le basi biologiche del linguaggio sotto la guida teorica della Grammatica Universale18. Riflettere su una concezione “biologica” del linguaggio, infine, dà luogo ad una serie di questioni sull’apprendimento che sono di indubbio interesse nell’ambito della psicolo- gia dello sviluppo e delle scienze della formazione, come abbiamo appena sottolineato. Il primo capitolo contiene alcune brevi note biografiche e bibliografiche di No- am Chomsky, evidenziando in particolare le diverse "fasi" della teoria generativa della grammatica che si sono succedute nel corso degli ultimi cinquant'anni. Il secondo capitolo, "Il modello scientifico chomskiano", tratta l'approccio scien- tifico di Chomsky nei confronti dello studio del linguaggio, ed in particolare: la volontà di riunire insieme gli sforzi di più discipline nell'analisi della facoltà del linguaggio; la presa di distanza da certe posizioni ritenute in precedenza valide ma oggi da rivedere al- 15 Come vedremo nel cap. 1, infatti, la storia ormai cinquantennale della linguistica generativa è caratte- rizzata da sostanziosi cambiamenti sul piano strettamente formale e (in parte) su quello epistemologico. Poiché riteniamo che ciò costituisca un fattore naturale (tutte le teorie scientifiche sono soggette a muta- menti di varia entità), la nostra scelta non poteva non essere quella di dare maggior spazio alle versioni più recente della Grammatica Universale. 16 ,QIUD, par. 3.1.3. 17 ,QIUD, par. 3.1.4. 18 Si fa riferimento a questioni quali: le condizioni di interfaccia, la struttura “ottimale” della sintassi, ev- entuali principi di economia che governano i processi cerebrali…

Anteprima della Tesi di Lorenzo Messeri

Anteprima della tesi: I fondamenti biologici del linguaggio secondo Noam Chomsky. Grammatica Universale e dati sperimentali., Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Lorenzo Messeri Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24338 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.