Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Attività sportiva e legislazione antidoping

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Per quanto ci riguarda, riteniamo che possa rientrare nell’ampia definizione di sport, qualsiasi attività caratterizzata da uno sforzo fisico, da un certo grado di destrezza esercitata agonisticamente, con l’osservanza di regole prestabilite. In questo caso, i requisiti essenziali sono tre: che essa comporti, per chi la esercita, utilizzo di energia psicofisica, che sia finalizzata a conseguire la vittoria sugli altri partecipanti alla competizione, che venga esercitata secondo le regole convenzionali e proprie di quella competizione. Le esigenze di migliorare il rendimento dell’atleta, nella performance agonistico-sportiva, ha da sempre favorito la diffusione del convincimento di poter ricorrere, spesso a discapito dell’integrità psicofisica, all’assunzione di farmaci o di altre sostanze esogene, capaci di indurre un’azione stimolante- energizzante e quindi migliorativa sulla prestazione 2 . Tale 2 Gagliano-Candela, Tossicologia forense, Milano, 2001, pag.89

Anteprima della Tesi di Bruno Parodi

Anteprima della tesi: Attività sportiva e legislazione antidoping, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Bruno Parodi Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4333 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.