Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La concentrazione bancaria in Italia: analisi del processo di evoluzione storica in rapporto alle realtà economiche di altri paesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 La fine del conflitto costrinse l’Italia, così come le altre nazioni in guerra, a dover fare i conti con la riconversione industriale, il lento processo con cui si riportava alla normalità un sistema economico straordinario. Le banche, per sostenere lo Stato durante il periodo bellico, si erano oltremodo legate, come già detto, alla sorte delle industrie, le quali, d’altro canto, non desideravano altro che rimanere attive, nel momento in cui le ordinazioni per i bisogni di guerra erano venute a mancare. Pertanto, dopo un primo periodo di facile ottimismo, durante il quale gli Stati mantennero ancora provvedimenti di carattere straordinario (razionamento delle materie prime e controllo dei cambi in primis) al fine di rendere il passaggio congiunturale meno traumatico, l’inevitabile crisi deflagrò coinvolgendo tutti i settori dell'economia. Naturalmente, le grandi banche più legate alle industrie e tutti quegli istituti di credito minori, nati da iniziativa privata durante il precedente periodo di speculazione, risentirono maggiormente del contraccolpo e furono spazzate via. È il caso, per l’Italia, del crollo della Banca Italiana di Sconto, del 1921, seguito da quello di molte piccole banche. La caduta della banca suddetta segnò l’inizio del risanamento economico- finanziario italiano dopo la prima guerra mondiale: determinatosi il panico, la situazione avrebbe potuto degenerare, ma gli altri grandi istituti di credito, forti di una più lunga esperienza e, perciò, meglio attrezzati, sostennero l’urto, consentendo al Paese di risollevarsi.

Anteprima della Tesi di Angelo Malagnino

Anteprima della tesi: La concentrazione bancaria in Italia: analisi del processo di evoluzione storica in rapporto alle realtà economiche di altri paesi, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Angelo Malagnino Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5392 click dal 26/10/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.