Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Si è dato spazio, inoltre, alla più autorevole delle testate d’oltreoceano: il New York Times, per non trascurare la fondamentale voce statunitense riguardo ad un accadimento tanto epocale. Per quanto riguarda le testate tedesche, coinvolte più di ogni altra, per ovvi motivi, nel crollo del Muro di Berlino, è stata privilegiata la Frankfurther Allgemeine Zeitung, poiché è opinione diffusa che si tratti del quotidiano più autorevole dell’ex Repubblica Federale Tedesca, quotidiano, come si vedrà, che viene abitualmente letto da intellettuali, accademici, studenti e opinion leader. Si è scelto invece di tralasciare tutte le interpretazioni e le cronache fornite dalle testate del blocco comunista. Dopo aver preso ampia visione dei giornali in questione, sono stati considerati, ai fini dell’analisi che seguirà, i giorni che hanno immediatamente preceduto e seguito il crollo del Muro, per un periodo di tempo di venti giorni (circa tre settimane), dal primo di novembre al venti di novembre del 1989. Si è ritenuto, in tal modo, di avere a disposizione sufficienti elementi per cogliere le eventuali differenze ed i molteplici modi di trattare l’evento in questione da parte di ogni testata. I giorni considerati, inoltre, proprio per la loro vicinanza temporale all’avvenimento in questione, sono anche i giorni a più alta densità di articoli riguardanti l’evento stesso e, conseguentemente, i più significativi ai fini dell’analisi svolta. Non si è voluto, in questa sede, individuare tendenze di lungo periodo, per le quali sarebbe stato necessario un lasso di tempo considerevolmente esteso. Si è compiuto, piuttosto, un tentativo di cogliere attraverso le pagine di alcuni dei principali giornali del mondo, la dirompente immediatezza di un evento così denso di conseguenze e di implicazioni storiche, politiche e sociali da sconvolgere gli equilibri mondiali. Nella conclusione, a supporto della tesi emersa nel corso dell’analisi riguardante l’imprevedibilità, almeno a breve termine, del crollo del Muro, verranno analizzati due settimanali molto autorevoli e di respiro internazionale, L’Espresso e The Economist; attraverso la lettura degli articoli dedicati alla questione tedesca a partire da agosto per arrivare al novembre del 1989 (e quindi per un periodo di tempo molto più ampio di quello considerato per i quotidiani), infatti, si è avuto modo di constatare che il crollo del Muro è stato un evento assolutamente inaspettato per tutti.

Anteprima della Tesi di Paola Abbate

Anteprima della tesi: La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale, Pagina 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Abbate Contatta »

Composta da 425 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9126 click dal 26/10/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.