Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 1.1.2 Titolazione, impaginazione e componenti paratestuali “Nel giornale il materiale è nulla senza l’imballaggio, il testo è niente senza il contesto”, ha scritto lo studioso francese René Pucheu 11 . La fisionomia e lo stile garantiscono al quotidiano l’attaccamento del lettore, creando abitudine e fedeltà 12 . Per questo motivo i mutamenti formali dei quotidiani sono rari e seguono un processo molto lento nel tempo. Impaginazione, titoli e fotografie sono i principali strumenti utilizzati per informare rapidamente il lettore, ma anche per influenzarlo. Tranfaglia, in un saggio dedicato al giornale in quanto fonte storica, scrive “anche nei casi (peraltro frequenti) in cui gli avvenimenti riportati dai giornali siano controllabili attraverso altre fonti, il giornale non si limita mai a darne un resoconto per così dire neutrale, ma attraverso due tecniche fondamentali – l’impaginazione e i titoli – suggerisce (o si potrebbe dire impone) al lettore un’interpretazione precisa e una collocazione peculiare del fatto all’interno di una visione del mondo che solo una lettura attenta e costante del giornale e una conoscenza effettiva delle personalità e degli obbiettivi di chi lo fa consentono di raggiungere” 13 . Con questi strumenti il quotidiano compie due operazioni: “trasmette quella carica emotiva di cui tutti i quotidiani, in misura diversa, sono permeati e che è la prima cosa che una lettura critica deve rimuovere quando questa carica è marcata; manifesta le sue grandi scelte, dando in modo vistoso le notizie e i commenti che considera più importanti. In breve informa, impressiona e orienta il lettore” 14 . Come si vedrà nell’analisi dei quotidiani, nei giornali italiani (ma non, come si vedrà, in molti giornali europei e d’oltreoceano) i titoli sono quasi sempre composti da tre elementi; l’occhiello, posto al di sopra del titolo, ha la funzione di introdurre e richiamare l’argomento, il titolo dà la notizia principale e il sommario riassume il contenuto dell’articolo, consentendo al lettore frettoloso o non particolarmente interessato all’argomento di conoscerne gli elementi essenziali. Quando i particolari da evidenziare sono molti e si vuole dare un maggiore impatto al titolo si ricorre al “catenaccio”, che è quella riga marcata e chiusa tra due fili tipografici collocata sotto il sommario 15 . Esistono vari metodi di titolazione, da quello cronistico e indicativo a quello basato sull’effetto, che può essere drammatico o brillante. 11 R. Pucheu, Le journal, les mythes et les hommes, Les Editions ouvrières, Parigi 1962, p.143. 12 P. Murialdi, op. cit., p.14. 13 N. Tranfaglia, Il Giornale, in G. De Luna, P. Ortoleva, M. Revelli, N. Tranfaglia, a cura di, Introduzione alla storia contemporanea, La Nuova Italia, Firenze 1984, p. 174 14 P. Murialdi, op. cit, p. 14. 15 Ivi, p. 15.

Anteprima della Tesi di Paola Abbate

Anteprima della tesi: La caduta del Muro di Berlino attraverso la stampa internazionale, Pagina 9

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Abbate Contatta »

Composta da 425 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9125 click dal 26/10/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.