Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un Passato che non passa: le Nuove Brigate Rosse

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 la funzione controrivoluzionaria svolta dai grandi media” 5 (tra i feriti Indro Montanelli del Corriere della sera, Emilio Rossi del TG1). In più,l’iniziativa contro il trattamento carcerario dei prigionieri politici, duramente irrigidito nel ’77 con l’apertura del carcere di massima sicurezza sotto il controllo del Generale Dalla Chiesa, si sviluppa con una serie di altri attentati mortali contro il magistrato Palma e il maresciallo degli agenti di custodia del carcere di San Vittore Di Cataldo. L’apice è raggiunto nel 16 marzo1978, giorno in cui le BR sequestrano a Roma , l’onorevole Aldo Moro,presidente della DC e promotore della formazione del nuovo governo “aperto al PCI”. Con queste azioni le BR si propongono di intervenire negli equilibri politici generali del Paese. Nel corso dei 55 giorni di prigionia, l’onorevole Moro scrive varie lettere, e le BR chiedono la liberazione di 13 prigionieri politici, distribuiscono 9 comunicati ed una Risoluzione della Direzione strategica. Il sequestro si conclude il 9 maggio 1978, con il ritrovamento del corpo dell’onorevole Moro in via Caetani, a Roma. Questo evento segna inevitabilmente il “potere” del partito armato, di quello cioè che è ritenuto riferimento primo del terrorismo italiano. Si tratta di un’ulteriore “sfida” allo stato politica ed ideologica: è un attacco al partito di Governo che, Moro, in qualità di presidente, aveva definito – come dice Moretti – “improcessabile”. L’obbiettivo delle BR – continua Moretti- era mettere la Dc con le spalle al 5 www.criminal.it, “Progetto Memoria” AA.VV, “La Mappa perduta”, Roma 1994

Anteprima della Tesi di Raffaella Patruno

Anteprima della tesi: Un Passato che non passa: le Nuove Brigate Rosse, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Raffaella Patruno Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4185 click dal 27/10/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.