Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

JWORKFLOW: un sistema per modellare workflow con utilizzo di strumenti di process mining

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 viene completata, l’entità che ne è l’oggetto (ad esempio una casa, in un processo di vendita immobiliare) va incontro a un cambiamento di stato (ad esempio da “in vendita” a “venduta”) che deve essere memorizzato nel sistema. Risorse e ruoli : Una risorsa è costituita da una persona fisica o uno strumento informatico in grado di svolgere le unità di lavoro che compongono un processo. Ad essa viene associato uno o più ruoli che definiscono l’insieme dei compiti che è possibile svolgere. L’utilizzo del concetto di ruolo piuttosto che di individuo ha lo scopo di facilitare il trasferimento di compiti e responsabilità da una risorsa ad un'altra, nel caso alcune di queste si rivelino non disponibili. Le regole : L’ordine in cui le diverse attività vengono svolte è determinato da pre e post condizioni che devono essere realizzate prima dell’inizio o del completamento di un’attività. In questo modo vengono stabilite delle dipendenze tra le attività di un processo, in base alle quali sono definite le modalità del flusso da una risorsa alla successiva. Le dipendenze sono anche dette primitive d’instradamento. Esse danno origine alle seguenti tipologie di flusso: • Sequenziale: l’attività 1 è seguita dall’attività 2 che è seguita dall’attività 3; • Parallelo: terminata l'attività 1, possono essere svolte contemporaneamente l'attività 2 e 3; • Diramazioni: terminata l'attività 1, devono essere svolte le attività 2 e 3 non necessariamente in contemporanea; • Congiunzioni: l'attività 4 può esser iniziata solo se sono terminate le attività 2 e 3, imponendo così una sincronizzazione; • Iterazione: un’attività 1 viene iterata finché non è realizzata una data condizione. Le regole associate a un processo formalizzano le dipendenze, ma non si limitano a questo. Esse stabiliscono anche le priorità dei compiti e forniscono le euristiche necessarie all’assegnazione dei ruoli. Coda di workflow : I sistemi di workflow utilizzano una coda per assegnare le unità di lavoro alle risorse. Questa contiene una lista di attività che devono essere svolte secondo un ordine di priorità. L'unità di lavoro che si trova in testa alla coda viene automaticamente assegnata alla prima risorsa libera che possiede il ruolo corretto.

Anteprima della Tesi di Giovanni Leonetti

Anteprima della tesi: JWORKFLOW: un sistema per modellare workflow con utilizzo di strumenti di process mining, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giovanni Leonetti Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3165 click dal 27/10/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.