Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il contributo delle biotecnologie avanzate in agricoltura: qualità, sicurezza e mercato degli Organismi Geneticamente Modificati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 teram. Da almeno 10 mila anni dunque l’uomo modifica piante ed anima- li per adeguarli alle sue esigenze. Le biotecnologie innovative Le fasi di sviluppo che consentono il passaggio dalle biotecnologie tradizionali a quelle innovative sono legate sia alla selezione e caratteriz- zazione dei ceppi di microrganismi utilizzati, sia alla messa a punto di tecnologie per la loro coltivazione e l’ottimizzazione dei processi produt- tivi. La discriminante che consente però di parlare a pieno titolo di bio- tecnologie innovative è rappresentata dalla scoperta della struttura del DNA, attuata da Watson e Crick nel 1953, e dall’inizio dell’utilizzo della tecnologia del DNA ricombinante (ingegneria genetica). Possiamo defi- nire l’ingegneria genetica come la “produzione di nuove combinazioni di materiale ereditabile, ottenute mediante inserzione di molecole di acido nucleico (DNA), di qualunque provenienza, in un organismo ospite, nel quale tali molecole non sono presenti naturalmente, ma, una volta acqui- site, possono propagarsi indefinitamente”. Un singolo gene, che codifica per una specifica proteina e funzione, può venire isolato da una cellula o essere prodotto per sintesi in laboratorio; tale gene può quindi venire tra- sferito in una diversa cellula o addirittura a un intero organismo in modo da introdurre nuove caratteristiche nel ricevente. Con questa tecnologia, oltre a modificare i microrganismi, è stato possibile modificare le caratte- ristiche genetiche di piante o animali in modo sia di incrementarne la produzione, sia di renderli resistenti alle malattie e agli stress ambientali. L’ingegneria genetica viene applicata principalmente in due settori: quello agro-alimentare e quello medico. Nel primo si modificano le in- formazioni genetiche di piante e (più raramente) di animali, per introdurre in essi caratteristiche diverse da quelle naturali utili dal punto di vista a-

Anteprima della Tesi di Monica Cempella

Anteprima della tesi: Il contributo delle biotecnologie avanzate in agricoltura: qualità, sicurezza e mercato degli Organismi Geneticamente Modificati, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Monica Cempella Contatta »

Composta da 268 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3566 click dal 05/11/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.