Skip to content

La responsabilità sociale dell'impresa: la fiducia come fattore di successo competitivo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
§ 1 Il Problema - 9 - sono state lotte mirate principalmente al controllo politico ed economico delle risorse naturali e a farne le spese sono state soprattutto vittime civili. Il numero dei conflitti armati negli ultimi cinquant’anni non è sceso, la maggior parte dei quali riguardano aree del sud-est asiatico e dell’Africa. Questi paesi continuano ad investire grosse somme di denaro in armamenti, spesso indebitandosi con i paesi sviluppati, dimenticandosi dei problemi sanitari, economici e sociali che li affliggono. Gli investimenti mondiali dal 1990 al 1996 ammontavano a 1500 miliardi di dollari, dei quali 1.000 miliardi ha riguardato paesi in via di sviluppo aggravando la loro situazione di indebitamento e sottraendo risorse preziose e scarse per il loro sviluppo, mentre nel 1997 il debito dei paesi in via di sviluppo ammontava a 2.200 mi- liardi di dollari 7 . È cosa nota che dietro i conflitti vi siano quasi sempre dei secondi fini economici. Fino ad un passato recentissimo, i concreti interessi economici di una nazione - o più spesso quelli di una classe dirigente - potevano effettivamente consigliare azioni belliche e politiche imperialistiche. Dall’approvvigionamento di materie prime al controllo sulle vie dei commerci, dalla ricerca di terre dove convogliare manodopera esuberante, alla creazione di condizioni coloniali per gli in- vestimenti, le motivazioni economiche si sono sempre accompagnate e sovrapposte a quelle di potere e di equilibrio strategico. E vi era una parte di verità nell’affermazione di Marx secondo cui i sistemi capitalisti portavano in sé il germe dell’imperialismo 8 . Tuttavia la globalizzazione sta cambiando le carte in tavola: lo scenario economico va delineandosi sempre di più come uno scenario di interdipendenza e contatto, come una rete di attività complementari e trasnazionali, spesso ancora ingiuste in questa fase, ma capaci di fondare una vera e propria necessita econo- mica della cooperazione. Il progresso tecnologico, dopo aver innestato il germe dell’imperialismo nel capitalismo industriale, apre invece le porte ad automatismi che consolida- no la cooperazione e la pace delle economia post-moderne [Mastrojeni, 2000]. I conflitti armati pur essendo la causa principale delle violazione dei diritti umani non sono l’unica. La povertà, la scarsità delle materie prime, la siccità, negano ad un quinto della popola- zione di vivere una vita dignitosa e spesso negano la vita stessa. In un mondo globalizzato, dove alcuni dispongono di grandi ricchezze ed opportunità mentre per molti vi è solo miseria e dispe- razione e dove le parole sono di guerra alle nazioni e non di guerra alla povertà non viene negata solo la giustizia legale ma anche su quella sociale. Tutti i diritti umani hanno un valore intrinseco ma, il rispetto di ciascuno di essi è fondamentale perché siano rispettati tutti nel loro inscindibile complesso. Sono molti gli emarginati, coloro che, vivendo la miseria, patiscono gravi e sistema- tiche privazioni di gran parte dei loro diritti. Assistenza sanitaria, acqua potabile, adeguata ali- 7 World Watch Institute, State of the War 1999. 8 Michael Renner, in State Of the War
Anteprima della tesi: La responsabilità sociale dell'impresa: la fiducia come fattore di successo competitivo, Pagina 13

Preview dalla tesi:

La responsabilità sociale dell'impresa: la fiducia come fattore di successo competitivo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Licatalosi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
  Corso: Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari
  Relatore: Gian Paolo Barbetta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 369

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi