Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Endocrine Disruptors: Fertilità maschile e Metalli pesanti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 endocrina, quali cuore, tubo gastrointestinale e reni. chimicamente gli ormoni possono essere proteine, per esempio l'ormone della crescita (GH), aminoacidi quali triiodotironina (T3) e tetraiodotironina (T4) o steroidi quali il cortisolo ed il testosterone. Le modificazioni del sistema endocrino possono essere valutate misurando la concentrazione sierica di singoli ormoni, in condizioni sia basali sia dinamiche (cioè a seguito di stimolazioni o inibizioni specifiche) . Metalli, idrocarburi e agenti fisici possono indurre modificazioni dell'equilibrio ipotalamoipofisario. In particolare in studi condotti in vitro e in vivo, è stato evidenziato che elevate concentrazioni di zinco (Zn) e Manganese (Mn), diminuiscono la secrezione basale, ma non quella TRHstimolata, di tireotropina (TSH). L'esposizione prolungata a basse dosi di Mn determina l'incremento della secrezione di Prolattina. Il Piombo (Pb) compromette la secrezione dell'ormone della crescita (GH) e delle gonadotropine (LH, FSH). Secondo alcuni studi, l'esposizione a Pb determina anche iperprolattinemia. Il Cadmio (Cd) agisce specificatamente sull'asse ipotalamoipofisario nella regolazione della prolattina, ACTH, GH. Anche il mercurio (Hg) ed il Bromo (Br) possono alterare la funzione del TSH: il primo riducendolo, il secondo determinando incostantemente un aumento. I solventi modificano la funzione ipotalamoipofisaria come ampiamente dimostrato da studi effettuati su stirene, benzene, toluene, percloroetilene. In soggetti occupazionalmente esposti a stirene è stato osservato un incremento dei livelli sierici di prolattina e GH, con FSH ed LH invariati.

Anteprima della Tesi di Carmelo Domenico Liberati

Anteprima della tesi: Endocrine Disruptors: Fertilità maschile e Metalli pesanti, Pagina 15

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Carmelo Domenico Liberati Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2626 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.