Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Endocrine Disruptors: Fertilità maschile e Metalli pesanti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 In seguito al trattamento è stata valutata la motilità spermatica per ogni punto sperimentale di ogni donatore valutando la percentuale di spermatozoi con motilità rettilinea lenta e veloce. Inoltre su ogni campione, mediante l'applicazione del test della cometa (SCGE, single cell gel electrophoresis) nella versione modificata, è stata valutata l’induzione di danno primario e ossidativo al DNA spermatico dovuta al trattamento. Questo sistema sperimentale fa uso di enzimi in grado di riconoscere e tagliare specifiche lesioni nel DNA (endonucleasi III e formammidopirimidina glicosilasi) con attività glicosilasica e liasica, che convertono le basi ossidate in rotture a singolo filamento, permettendo quindi di evidenziare, oltre al danno primario indotto al DNA dalle due sostanze, anche l’ossidazione di pirimidine e purine, inclusa la formazione di 8-OH-dG, tipico marcatore di danno ossidativo. Le analisi dei preparati sono state effettuate mediante un sistema di acquisizione di immagini al microscopio a fluorescenza (Komet 5.5). Dai risultati ottenuti è emerso che il controllo positivo (H 2 O 2 ) induce una forte diminuzione della motilità, in particolar modo alla dose 200 µM, in tutti i donatori e induce anche un significativo aumento di danno primario, misurato con il test della cometa, valutato tramite il test statistico non parametrico di Friedman. Per quanto riguarda il trattamento con i metalli si sono trovati incrementi di danno al DNA ed effetti sulla motilità che però non sono risultati statisticamente significativi.

Anteprima della Tesi di Carmelo Domenico Liberati

Anteprima della tesi: Endocrine Disruptors: Fertilità maschile e Metalli pesanti, Pagina 3

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Carmelo Domenico Liberati Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2626 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.