Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nati per essere agricoltori? Aspettative in cambiamento nelle famiglie agricole ennesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 5 - e di produrre del buon latte; e alle pecore “ testarossa” si sono unite delle belle pecore sarde, che mio suocero sostiene di aver comprato in mio onore; i terreni sono sempre quelli, ma è stata av v i ata la produz i o ne biologica del grano e dei foraggi. Questa è una f ami g l i a do ve si fa so lo una co sa: lavorare! Non esistono le vacanze, perché gli animali devono mangiare e a l o ro non importa se è Pasqua, Natale o Ferragosto. E si è sempre lavorato: a cominciare dal capostipite, quel personaggio molto caratteristico che in prov incia di Enna è ricordato come ‘u zé S ant o’, nel bene e nel male. Secondo di tre figli, rimasto orfano molto presto, si fece carico della f amiglia a 17 anni , dando così la possibi l i tà al suo fratello maggiore di potersi laureare in medicina. Lui era del 1907 e la sua f o rtuna la f ece nel periodo dell’assalto al latifondo quando, grazie a Musso l i ni , ebbe la po ssi bilità di acquistare molti terreni. Tutt’ora, in az ienda, si conservano bene gli edifici che componevano il piccolo borgo rurale: la chieset ta, che fungeva anche da scuola rural e, e le case coloniche, dove stavano i braccianti agricoli che lavoravano là, in l inea con le indicazioni del duce che voleva un nuovo assetto nelle campagne meridionali. Quella del fondatore è stata una v i ta trasco rsa in campagna, dunque, andando da un’ az i enda all’altra, lasciando la gio vane moglie in una di queste mentre lui andava a l av o rare. Da questo matrimonio sono nati tre figli: al primo (mio suocero) mise il nome di suo padre, e lo mandò a studiare dai salesiani dalle medie f ino all’università. Università che decise lui per suo figlio: perché, se è vero che mio suocero voleva studiare veterinaria, è anche vero che il padre ritenne più o ppo rtuno fargli studiare agraria. Lungimirante, potrebbe dire qualcuno. Padre padrone,

Anteprima della Tesi di Maria Adelasia Divona

Anteprima della tesi: Nati per essere agricoltori? Aspettative in cambiamento nelle famiglie agricole ennesi, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Maria Adelasia Divona Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 491 click dal 05/11/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.