Skip to content

Oxidative dehydrogenation of ethane in short contact time reactors

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 Introduction 6 Huff and Schmidt, 1996; Bodke et al., 2000) and can be regulated by the appropriate choice of the active component (Schmidt and Huff, 1994), support morphology (Bodke et al., 1998), and reaction mixture composition (Huff and Schmidt, 1993). This seems to be true only at moderate temperatures, while above 800°C, it has been shown, both experimentally (Lødeng et al., 1999; Beretta et al., 2000; Beretta et al., 2001a and b; Mulla et al., 2001; Huff et al., 2000) and theoretically (Huff et al., 2000; Beretta et al., 2001b; Zerkle et al., 2000), that the kinetics of homogeneous reaction paths is not negligible, even for millisecond residence time scales. The alternative possibility to a purely heterogeneous mechanism of ethylene production is a hetero-homogeneous reaction path. As proposed in recent works (Lødeng et al., 1999; Mulla et al., 2001), the catalyst could be assumed to act mostly as an igniting agent, active for total oxidation reactions, while ethylene-forming reactions mainly occur in the gas phase. In the same way, Bodke at al. (2000) sketched a short contact time reactor as a 2 zones reactor where in the first zone oxygen depletion occurs through C 2 H 6 oxidation to CO x and H 2 O with consequent temperature increase, while in the second zone, where O 2 is absent, the endothermic dehydrogenation of ethane to ethylene and H 2 takes place. Moreover, the authors also reported that the use of hydrogen co-feeding allows a minor ethane consumption in the first zone of the reactor, with H 2 being oxidized easier than ethane over the Pt-Sn surface, and consequently C 2 H 6 dehydrogenates in the second zone with very high selectivity (>80%) and yield (about 60%) to ethylene. Detailed heterogeneous and homogeneous chemical kinetic mechanisms employed in the two-dimensional computational fluid dynamics model developed by Zerkle et al. (2000) confirmed the main scheme of Bodke et al. and evidenced that the proportion between the contribution of heterogeneous and homogenous reactions to the ethane overall consumption is strongly dependent on C 2 H 6 /O 2 feed ratio. More specifically, they reported that the formation of ethylene must be mainly attributed to heterogeneous dehydrogenation paths, especially when H 2 is added to the feed. The use of materials other than noble metals has been considered by some authors (Mulla et al., 2002; Flick and Huff, 1999; Beretta and Forzatti, 2001). Flick and Huff proposed the use of Cr 2 O 3 based foam monoliths in ethane ODH (1999), showing that they exhibit very promising performances, even better than Pt-based monoliths, but with a strongly limited catalyst life-time, likely due to the well-known deactivation processes occurring on transition metal oxides in the catalytic combustion of hydrocarbons (i.e. under operating conditions characterized by high temperatures, oxidizing atmosphere and the presence of water and CO 2 ).
Anteprima della tesi: Oxidative dehydrogenation of ethane in short contact time reactors, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Oxidative dehydrogenation of ethane in short contact time reactors

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Donsì
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato di Ricerca in Ingegneria Chimica
Anno: 2002
Docente/Relatore: Gennaro Russo
Correlatore: Lanny D.SchmidtPieroSalatino
Istituito da: Università degli Studi di Napoli
Dipartimento: Ingegneria Chimica
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 194

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

catalysis
ethane
ethylene
foam monoliths
honeycomb monoliths
mathematical model
oxidative dehydrogenation
short contact times
structured reactors

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi