Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro sportivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

di fonte statale , i c.d. soggetti dell’ordinamento sportivo (Comitato Olimpico Nazionale Italiano , Federazioni Sportive Nazionali , associazioni e società sportive) In particolare viene, attraverso l’analisi delle principali posizioni dottrinali e giurisprudenziali sul tema e dei principali riferimenti normativi (da ultimo D.Lgs. 23 luglio 1999 n. 242), affrontata la vexata questio della natura giuridica delle Federazioni Sportive ,dei regolamenti federali e dell’inquadramento della c.d. Giustizia Sportiva alla luce del recente intervento legislativo in materia (L.17 ottobre 2003 n.280), nonché del processo evolutivo del modello organizzativo di base (da associazioni con finalità non lucrative a società di capitale con finalità lucrative-). Lo scopo di tali passaggi argomentativi è quello di evidenziare non solo la complessità dell’organizzazione sportiva federale , ma soprattutto quello di indagare circa la natura giuridica di attività, atti e comportamenti delle Federazioni . Non è di secondaria importanza notare come , vigente la L.16 febbraio 1942 n.426, giuridicamente l’ordinamento sportivo avesse trovato unanimemente almeno fino ai primi anni 70’ una costruzione sostanzialmente di diritto pubblico, adottandosi lo strumento amministrativo nella prospettiva della disparità dei piani su cui i vari soggetti agivano. Per quanto ai nostri fini rileva il quadro ricostruttivo tutto orientato nella prospettiva amministrativistica attraverso il meccanismo imperniato sul collegamento tesseramento –vincolo e dietro il rilievo civilistico attribuito non già alla persona dell’atleta quanto alla res commerciabile rappresentata dal c.d. cartellino quale espressione documentale del vincolo , che celava sul piano sociologico una visione essenzialmente “paternalistica” del rapporto tra società sportive ed atleti , per taluni aspetti rendeva particolarmente difficoltosa la riconduzione del rapporto tra società ed atleti nell’ambito degli schemi giuslavoristici. Il Capitolo 3 in questo senso è dedicato inizialmente alla disanima della natura giuridica del tesseramento e del vincolo sportivo . Superando le letture tese ad enfatizzare la portata pubblicistica del tesseramento in aderenza alla origine storica dell’istituto ed anticipando parzialmente le conclusioni sul punto, viene sottolineata la natura privatistica di negozio associativo del tesseramento e la correlata natura del c.d. vincolo sportivo quale V

Anteprima della Tesi di Domenico Zinnari

Anteprima della tesi: Il lavoro sportivo, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Zinnari Contatta »

Composta da 727 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4559 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.