Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'interazione on line ieri, oggi e domani: aspetti tecnologici, sociologici e di business

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 noi siamo ma anche ciò che vogliamo da quella determinata interazione) e anche come mezzo di seduzione, intesa nel senso lato del termine latino “se ducere”, cioè condurre l’altro a sé per realizzare un determinato obiettivo o semplicemente per conquistare la sua simpatia ed amicizia. Il linguaggio corporeo e, in generale, non verbale assume dunque un’importanza fondamentale nelle interazioni di ogni giorno e il fatto di non poterlo utilizzare on line finisce per portare a conseguenze fondamentali e per porre rilevanti limiti a questo tipo di interazione. Ma quest’assenza ha anche lati positivi, primo fra tutti il decadere del pregiudizio che spesso il corpo porta con sé; questo consente ai soggetti di interagire liberamente avendo l’opportunità di essere conosciuti e giudicati per il loro modo di essere e non per il loro aspetto fisico. Tuttavia assenza del corpo significa anche assenza di inibizione, cosa che può sfociare in comportamenti eccessivamente aggressivi (spesso in risposta a provocazioni altrettanto disinibite, ma a volte attuati per il semplice gusto di provocare, come avviene per il fenomeno dei cosiddetti trolls) o che oltrepassino i limiti della morale, alimentando ciò che è stato definito “il lato oscuro” di Internet (pornografia, pedofilia e altro). Forse questa disinbizione è in parte alla base anche di un particolare fenomeno legato all’interazione on line, e cioè quello del cosiddetto cybersex, il sesso virtuale, che viene analizzato nel sesto paragrafo e che per alcuni soggetti che lo praticano ha fra i suoi punti di forza proprio l’assenza del corpo, la quale rappresenta uno stimolo per la fantasia e l’espressione di lati della propria personalità che spesso non hanno modo di essere espressi off line. L’assenza del corpo, tuttavia, rappresenta per molti aspetti un limite a cui i soggetti tentano in qualche modo di porre rimedio: si tende sempre di più a porre nello spazio virtuale rappresentazioni del proprio corpo, siano esse avatar (cioè file grafici che fungono da simbolo e rappresentazione di un determinato soggetto all’interno di un’interazione on line) o vere e proprie proiezioni dinamiche del proprio corpo off line trasmesse tramite webcam, in modo tale che le conversazioni in chat finiscano per assomigliare sempre di più alle conversazioni faccia a faccia. Ma è davvero questa la strada che si percorrerà in futuro o per alcuni l’assenza del corpo resta un punto di forza, nella misura in cui rende più facile ed interessante la socializzazione?

Anteprima della Tesi di Serena Chiarle

Anteprima della tesi: L'interazione on line ieri, oggi e domani: aspetti tecnologici, sociologici e di business, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Chiarle Contatta »

Composta da 502 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1905 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.