Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Hyper_Architettura - Spazi nell’età dell’elettronica e dell’informazione. Sovrapposizioni, intrecci, contaminazioni tra reale e virtuale. Un iperpaesaggio alla Fiera di Genova

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Università degli studi di Genova – Facoltà di architettura - DIPARC 12 H Y P E R A R C H I T E T T U R A cruscotto si fa consolle trasformando il soggetto in “elaboratore della guida”. Il paesaggio intorno, fuori del parabrezza, si fa schermo ma si può concepire anche uno stadio ancora successivo a questo in cui l’automobile diventa “rete di informazione”, la macchina ci parla, ci informa sul suo e nostro stato generale: lo posta in gioco insomma diventa la comunicazione con la macchina in cui noi siamo INSERITI…un’ ”interfaccia ininterrotta” siamo diventati un po’ come un “cosmonauta nella sua capsula, in uno stato di assenza di gravità che lo costringe ad un eterno volo orbitale e a mantenere una velocità sufficiente nel vuoto sotto pena di venire a schiantarsi sul suo pianeta di origine” è la fine della metafisica… “ è l’era dell’Iper_realtà che comincia”. Quello che si viveva nell’habitat terrestre come metafora oggi è ormai proiettato, senza metafora del tutto, nello SPAZIO ASSOLUTO che è quello della simulazione”. Si arriva quasi all’apoteosi della simulazione, almeno nel discorso teorico del filosofo, all’inutilità di quello che ci circonda, “il reale stesso finisce per apparire come un grande corpo inutile”. E che dire del tempo? Del nostro “smisurato tempo libero che ci avvolge come un’area di abbandono, una dimensione oramai inutile nel suo svolgimento dal momento in cui l’istantaneità della comunicazione ha miniaturizzato i nostri scambi in una sequenza di attimi”. Come il tempo che scompare anche lo spazio pubblico va in crisi, la pubblicità nella

Anteprima della Tesi di Giacomo Airaldi

Anteprima della tesi: Hyper_Architettura - Spazi nell’età dell’elettronica e dell’informazione. Sovrapposizioni, intrecci, contaminazioni tra reale e virtuale. Un iperpaesaggio alla Fiera di Genova, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Giacomo Airaldi Contatta »

Composta da 516 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6054 click dal 23/12/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.