Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Oltre il neopositivismo e il relativismo: la proposta epistemologica di L. Laudan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 In questo senso, tali prospettive e tali standards sono per un verso inconfutabili fra loro, per un altro sono tutti sullo stesso piano, eguali dal punto di vista epistemico. Si determina così un’inevitabile dissoluzione di ogni possibile fondazione o giustificazione logico-razionale della conoscenza scientifica, poiché essa non sembra più in grado di salvaguardare un suo proprio statuto conoscitivo che possa distinguerla da altre forme di attività cognitive. Questo tipo di impostazione, che negli ultimi anni ha sempre più preso piede all’interno del dibattito epistemologico, sebbene si fondi su argomentazioni fortemente persuasive di indubbia validità e coerenza, a mio avviso sembra nascondere al suo interno una chiara contraddizione. “La metafora dominante del relativismo concettuale …[sembra cioè]… tradire un paradosso a essa sotteso. Punti di vista differenti hanno senso, ma solo se vi è un comune sistema di coordinate nel quale inserirli; tuttavia, l’esistenza di un sistema comune smentisce la tesi di una drammatica inconfrontabilità tra i vari punti di vista” 1 . Sostenere la posizione per la quale ogni forma di conoscenza, e in particolare quella scientifica, ha una sua validità solamente contestuale piuttosto che oggettiva, comporta inevitabilmente la smentita dell’affermazione stessa, in quanto essa pretende di giustificare se stessa attraverso il ricorso alla sua negazione. Per giustificare ciò che si sostiene è cioè necessario che esso risulti falso 2 . 1 D.Davidson, Sull’idea stessa di uno schema concettuale, in La svolta relativistica nell’epistemologia contemporanea, a cura di R.Egidi, FrancoAngeli, Milano 1988, p.152. 2 A tale proposito F.Castellani in Note sul relativismo epistemico, in G.de Finis e R.Scartezzini, a cura di, Universalità e differenza, Angeli, Milano 1996, p.165, sottolinea come “uno degli argomenti più pesanti contro il relativismo è quello volto a dimostrare che esso è auto confutante, nel senso che difendere la posizione relativistica sarebbe impossibile in quanto comporterebbe il suo abbandono”.

Anteprima della Tesi di Massimo Giovannini

Anteprima della tesi: Oltre il neopositivismo e il relativismo: la proposta epistemologica di L. Laudan, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Massimo Giovannini Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2630 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.