Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Oltre il neopositivismo e il relativismo: la proposta epistemologica di L. Laudan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Un altro aspetto che mi sembra importante sottolineare, anche se esso potrà sembrare paradossale, è la caratteristica, comune alla gran parte dei filosofi della scienza di orientamento relativistico, di condividere l’impostazione generale della concezione del sapere scientifico detenuta dal neoempirismo e dal neorazionalismo. Questi nuovi orientamenti, infatti, sembrano non essere in grado di fuoriuscire dalla logica propria della stessa impostazione classica, che vede la scienza come un sistema di enunciati dotati di valore di verità e come la più elevata forma di conoscenza, la quale deve in tutti i modi prendere le distanze da ogni forma di ingerenza soggettivistica e irrazionalistica. Le prospettive relativistiche, da questo punto di vista, sembrano cioè perfettamente conformi al ruolo attribuito loro dall’impostazione tradizionale. Esse, più che orientarsi alla formulazione di modelli alternativi, tesi a proporre un tipo di epistemologia con nuove esigenze ricostruttive da argomentare e difendere, sembrano avere come unico obiettivo quello di destabilizzare la concezione scientifica esistente, determinando così un vuoto epistemico. La cosiddetta nuova filosofia della scienza è accomunata quindi a quella tradizionale da una concezione del modo di intendere la conoscenza che potrei definire dicotomica: da una parte la scienza fondata sugli ‘indiscutibili’ principi logici e matematici mentre dall’altra il ‘nulla che fa paura’. Queste due dimensioni sono completamente antitetiche e reciprocamente inconciliabili ma allo stesso tempo presentano al loro interno un forte legame dal quale è difficile svincolarsi.

Anteprima della Tesi di Massimo Giovannini

Anteprima della tesi: Oltre il neopositivismo e il relativismo: la proposta epistemologica di L. Laudan, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Massimo Giovannini Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2630 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.