Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rapporto sinergico fra media e spettacolo: il caso esemplare dei Beatles nell’Inghilterra degli anni Sessanta

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 continuo monitoraggio 8 . E’ ancora una connotazione negativa della massa, incapace di autogestirsi e bisognosa di accurati controlli dall’alto, dagli impianti organizzativi sociali. Ma se da un lato si incappa nell’interpretazione riduttiva di un organismo informe, più ammasso che massa, indefinibile creatura senza testa ma dalle tante mani che difficilmente riescono a rimanere ferme, dall’altra è questo un concetto basilare per concettualizzazioni politiche come quelle socialiste o marxiste, che trovano invece nella massa l’unione, la parità e l’uguaglianza che non sono riscontrabili nell’impianto sociale. Passando alla comunicazione ci addentriamo nel campo dell’interrelazione, raggiungendo quindi la dimensione dei rapporti fra gli individui che vengono a formare questa ‘massa’; comunicazione è insomma “tutta la fenomenologia della vita relazionale e sociale” 9 , oppure per dirla con le autorevoli parole dello Zingarelli, “scambio di messaggi fra un emittente e un ricevente” 10 , e anche trasmissione di conoscenza, di informazione. Soltanto poco più di mezzo secolo fa, nel 1941 lo stesso dizionario della lingua italiana a proposito di comunicazione parlava del “far partecipare, rendere comune ad altri, dividere insieme”: c’era come oggi l’idea di contatto e partecipazione, ma a quanto pare si dovevano attendere gli anni cinquanta per sentire parlare per la prima volta di passaggio di informazione, andando a toccare nuovi elementi quali quello geografico, del trasporto effettivo, e del messaggio implicito in tale passaggio. La comunicazione va inoltre ad essere suddivisa in due principali sottoinsiemi: comunicazione digitale (o verbale, il linguaggio in senso lato) ed analogica. Quest’ultima, in particolare, corrisponde a quanto un’immagine ci offre del significato della comunicazione stessa. In senso stretto può essere fra l’altro tutto l’insieme comportamentale dei gesti, degli atteggiamenti, degli sguardi, delle posture, dei toni e volumi vocali di una persona. Se la comunicazione verbale ha vita propria indipendentemente dal 8 Cfr. Di Nallo E., Per una teoria della comunicazione di massa, Angeli, Milano, 1977, pp. 38-41. 9 Valli B., Op. cit., p. 11. 10 Zingarelli N., Op. cit., p. 413.

Anteprima della Tesi di Manuel Nepoti

Anteprima della tesi: Il rapporto sinergico fra media e spettacolo: il caso esemplare dei Beatles nell’Inghilterra degli anni Sessanta, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Manuel Nepoti Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3114 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.