Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondazioni per l'arte contemporanea: verso la definizione di un modello gestionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 I. 2. Gli spazi museali: mostre temporanee e collezioni permanenti Accanto alle mostre-evento come fiere commerciali, Biennali sempre più numerose, le attività delle gallerie a diffusione internazionale, i luoghi istituzionali hanno iniziato soltanto da pochi anni a occuparsi della promozione dell’arte contemporanea, a investire, proporre, intrecciare legami con artisti stranieri. Per creare l’abitudine a interessarsi di arte contemporanea e entrare nei musei è necessario educare il pubblico alla dimensione del contemporaneo e il programma educativo non può limitarsi ai soli progetti didattici presenti nei musei, si deve estendere l’interesse a un programma che entri nelle scuole a diversi livelli, creare una rete di collaborazioni con le università attraverso stage e workshops, insomma: educare al contemporaneo. Negli ultimi anni si è verificato un importante crescita quantitativa dei musei d’arte contemporanea nel tessuto italiano, una fitta rete di eventi per sensibilizzare un pubblico sempre più vasto. Essi si preoccupano di tener viva una rete di contatti per ovviare al problema della capillarità e regionalismo tipica dei piccoli centri presenti nelle diverse regioni del nostro paese. La neonata associazione A.M.A.C.I. 3 si sta occupando della diffusione delle attività di questi centri coinvolgendo numerose realtà museali di diversa natura, dimensioni e missions: il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, il Centro Arti Visive di Pescheria di Pesaro, il Museo di Rivoli di Torino , il Museo Macro di Roma, il Pac di Milano, padiglione d’arte contemporanea di Milano, il Palazzo delle 3 Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani creata nel 2003, da Gabriella Belli, Giacinto di Pietrantonio, Ludovico Pratesi , Angela Tesi. L’Associazione diffonde il proprio editoriale attraverso un editoriale curato da Giacinto di Pietrantonio.

Anteprima della Tesi di Barbara Martorelli

Anteprima della tesi: Fondazioni per l'arte contemporanea: verso la definizione di un modello gestionale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Barbara Martorelli Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7764 click dal 02/12/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.