Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Vi sono infine gli effetti positivi sulla salute, fisica e mentale, degli esseri umani (funzione estetico-ricreativa, igienico-sanitaria, prodotti vegetali per alimentazione e cure mediche…), effetti ancora meno identificabili, descrivibili e quantificabili, ma non per questo meno importanti. La Anidride Carbonica è uno degli inquinanti più dannosi e preoccupanti, sia a livello di salute degli individui (conseguenze dirette sono state riscontrate in casi di lieve aumento di concentrazione della CO 2 in atmosfera, aumento che determina frequentemente stati di ansia, attacchi di panico, difficoltà respiratorie fino ad asma e altre patologie ancora più gravi a carico dell’apparato respiratorio…), sia riguardo ai cambiamenti climatici globali (come dimostrano gli allarmi lanciati da molti scienziati e i protocolli d’intesa tra i governi mondiali). Eppure un aumento di concentrazione di CO 2 nell’atmosfera, può addirittura risultare positivo per i vegetali, aumentandone l’attività fotosintetica e incrementando così la capacità di risposta fisiologica delle piante agli altri inquinanti (ad esempio, sono state accertate sperimentalmente riduzioni degli effetti della SO 2 in presenza di elevate concentrazioni di CO 2 ). Così, la stessa causa di inquinamento atmosferico (cioè la combustione di idrocarburi) fornisce alle piante anche una sorta di protezione dagli inquinanti fitotossici (Lorenzini, 1983). La abnorme produzione di anidride carbonica da combustione (con un incremento mondiale annuo stimato in 2,6 miliardi di tonnellate) (Sedjo, 1989) che si sta verificando nell’ultimo secolo ad opera dell’uomo, è un problema grave e ormai ovunque discusso, tanto da spingere i governi di tutto il mondo a riunirsi sempre più spesso per trovare soluzioni adatte alla salvaguardia dell’intero pianeta. Pur considerando che l’unico metodo per arrestare il degrado ambientale del pianeta (che si manifesta, ad esempio, con riscaldamento globale, desertificazione, mancanza di acqua potabile) resta la diminuzione massiva di produzioni e consumi, quindi di emissioni nocive all’ambiente, si dimostra comunque importante la parte svolta dalla vegetazione nel riassorbire e trasformare l’eccesso di CO 2 e altri

Anteprima della Tesi di Maurizio Malè

Anteprima della tesi: Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Maurizio Malè Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1538 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.