Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La verità della profezia. Francisco de Ribera (1537-1591) commentatore dell'Apocalisse a Salamanca

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5Nell'interpretazione il Ribera delineava con chiarezza le sue convinzioni: l'Apocalisse non era il libro delle catastrofi, della paura per l'imminenza della fine del mondo, cioè di una concezione asfittica della storia, compressa tra un passato ingombrante e un futuro insignificante; non era neanche un libro "fazioso" da usare per discernere "angeli" e "anticristi" negli avvenimenti politici e religiosi del secolo; né tantomeno il libro che narrava la definitiva vittoria della Chiesa cattolica sul giudaismo e sul paganesimo e la disegnava beata in terra nell'esercizio del suo potere temporale da estendere e consolidare per vincere le battaglie contro lo stato moderno e le nuove chiese. Anzi, il suo escatologismo tendeva a sconfessare soprattutto questa lettura che faceva della Chiesa, un potere in mezzo agli altri, una parte fra le parti. Nell'epoca delle scoperte geografiche, delle invenzioni tecniche, delle rivoluzioni economiche, sociali e culturali un'interpretazione dell'Apocalisse come libro-sigillo del potere temporale della Chiesa diveniva, per quanto nuova, irrimediabilmente anacronistica, anzi, una sorta di gabbia dorata che soffocava le aspirazioni all'universalismo evangelico, a un nuovo slancio missionario.

Anteprima della Tesi di Alessandro Salerno

Anteprima della tesi: La verità della profezia. Francisco de Ribera (1537-1591) commentatore dell'Apocalisse a Salamanca, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Alessandro Salerno Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1294 click dal 10/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.