Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il riciclaggio dei proventi illeciti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 2.3. CONSUETUDINE COME FONTE DI DIRITTO. La consuetudine consiste nella ripetizione generale, costante ed uniforme, di un comportamento nella convinzione di adempiere ad un obbligo o di esercitare un potere giuridico 19 . In diritto penale è assolutamente pacifica, proprio in forza del principio della riserva di legge, l’inattitudine della consuetudine a svolgere una funzione incriminatrice o aggravatrice del trattamento punitivo 20 . Tale inefficacia discende dal principio della gerarchia delle fonti, per il quale un atto normativo superiore non può cessare di avere vigore all’emanazione di un atto di rango inferiore 21 . Nell’ordinamento italiano (art. 1 e 8 disp. prel.) la consuetudine occupa infatti l’ultimo posto nella gerarchia delle fonti e le viene riconosciuta solo la funzione integratrice secundum o praeter legem 22 . Con l’esclusione della consuetudine dalle fonti del diritto penale non hanno niente a che vedere altri fenomeni tra cui i casi in cui la legge fa espressamente rinvio a criteri di valutazione morali, sociali, consuetudinari 19 Mantovani, Diritto Penale, op. cit., 81 ss. 20 Fiandaca-Musco, Diritto Penale, op. cit., 64 ss. 21 Romano, Commentario sistematico del codice penale, Milano, 1987, 12 ss. 22 Sui limiti della funzione integratrice, Marinucci, voce Consuetudine (dir. pen ) in Enc. Dir., 1961, 506-510.

Anteprima della Tesi di Giuseppina Matarese

Anteprima della tesi: Il riciclaggio dei proventi illeciti, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giuseppina Matarese Contatta »

Composta da 257 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6561 click dal 11/11/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.