Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 E’ questo il fine che cercherò di raggiungere con questo mio lavoro: presenterò la domanda che Castoriadis si fa e ci fa cercando di collegarla al presente della storia umana per vedere se può essere anche una risposta alla crisi di cui lo scrittore ha piena coscienza. Cornelius Castoriadis nacque a Costantinopoli nel 1922, anno storico per la Turchia poiché segnò la nascita di uno stato laico e definì un accentuarsi sempre più esasperato del nazionalismo, delle cui conseguenze ne furono vittime le minoranze greche e armene (questi ultimi furono quasi completamente massacrati). La famiglia di Castoriadis proveniva dalla Grecia ed è qui che fece ritorno mentre la situazione iniziava ad aggravarsi. In Grecia , dunque, il nostro trascorse la sua giovane età. Qui nel frattempo si era instaurata la dittatura di Metaxas e i nazisti avrebbero ben presto occupato la penisola. Tuttavia il periodo della sua adolescenza fu caratterizzato anche dalla speranza di una imminente rivoluzione socialista. Castoriadis aderì, nei suoi anni giovanili , al partito comunista. Del comunismo criticherà successivamente molti aspetti , ma a quell’epoca prese soprattutto le debite distanze dal comunismo stalinista. Difatti sin dall’inizio entrò a far parte del gruppo smunto dei trotzkisti greci. In quel periodo, militare tra le fila dei trotzkisti significava essere condannato da più parti: da un lato i nazisti vi vedevano il “nemico rosso”, dall’altro l’Unione Sovietica vi vedeva i nemici del proprio regime. Non dimentichiamo che i trotzkisti auspicavano la rigenerazione dello stato comunista mediante la liberazione dal loro dittatore Stalin. L’insieme di queste problematiche convinse Castoriadis ad accettare una borsa di studio che lo avrebbe portato in Francia. A Parigi, Castoriadis aderì alla sezione francese dell’organizzazione trotzkista che era stata battezzata col nome di Quarta Internazionale. Ma ormai , come dice Berman, lo spirito del dissenso era in lui una mania e così si alleò con un

Anteprima della Tesi di Francesco Petrone

Anteprima della tesi: Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Petrone Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1919 click dal 11/11/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.