Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 nucleari, alle quali neppure la corsa al riarmo da parte di Reagan poteva far fronte. Il mondo si trovava in una guerra (fredda) che per ora non avrebbe causato vittime , ma ben presto un conflitto aperto avrebbe decretato la fine dell’occidente e l’ instaurazione di una dittatura mondiale Russa. La sua paura era proprio questa. Nel comunismo sovietico Castoriadis vedeva una seria minaccia alla libertà mondiale. Le democrazie occidentali, a volte, riuscivano ad agire in modo tale da potersi definire democrazie. Il comunismo rappresentava invece un fardello e un pericolo. Insomma il mondo viveva tra due mali il peggiore dei quali era rappresentato dalla Russia. Fu allora che egli uscì allo scoperto nei dibattiti politici, ma le sue teorie stavano gradualmente volgendo al termine. La fine del comunismo di lì a poco avrebbe dato ragione del fatto che le sue previsioni di dominio totale del mondo da parte della Russia , contro la potenza della quale i missili della NATO non potevano nulla, erano del tutto infondate. L’idea centrale del pensiero di Castoriadis, idea che in questo mio lavoro cercherò di descrivere, è stata quella di aiutare la gente a ottenere l’indipendenza del pensiero e dell’azione. Si tratta di un’idea di libertà, benché egli preferisse il termine di autonomia, che porterebbe gli individui a creare una forma di governo (democratica) nella quale tutti parteciperebbero esprimendo la propria visione. Si trattava di un’idea che avrebbe avuto grande esito e originalità. Di un ‘ idea che rappresenta una valida alternativa alla caduta del mondo in questa fase oscura in cui si trova: un inno alla riflessione e alla razionalità, a non chiudersi in sé e cercare il solo soddisfacimento dei propri bisogni, ma creare un agorà inteso come luogo in cui potrebbero convergere il pubblico e il privato vale a dire l’unione della propria critica alla società unita alla possibilità di cambiarla per mezzo della discussione collettiva. In una parola, il suo invito è un invito alla realizzazione della libertà da attuare per mezzo della democrazia.

Anteprima della Tesi di Francesco Petrone

Anteprima della tesi: Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Petrone Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1919 click dal 11/11/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.