Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Da dove prendere spunti, esempi, fonti per supportare le sue tesi? Castoriadis scrisse diversi articoli sull’ antica Grecia , o meglio sulla democrazia ateniese. Articoli che , da un lato richiamavano le sue origini, ma dall’ altro descrivevano la prima società in cui le scelte venivano prese dai cittadini. La Grecia antica, grazie anche all’istituzione della tragedia , aveva compreso che l’umanità nasce dal Caos (in questi termini si esprimerà Castoriadis ne L’enigma del soggetto) , e quindi nasce dal non senso, dall’informe, dal vuoto. La ricerca del senso è ciò a cui è “condannato” l’essere umano, tuttavia tale senso è sempre precario e soggetto a variazioni. Nella vita dell’uomo il senso gli viene fornito dalle istituzioni. In Grecia la coscienza di tale stato delle cose forniva ai cittadini la possibilità di esprimersi in campo politico di modo che le idee di ognuno avessero lo stesso peso . Essi avevano il diritto di parlare liberamente e di esprimere liberamente le proprie idee per il miglioramento della polis. Di certo non tutti gli individui avevano le stesse idee e gli stessi propositi, ma ciò garantiva una forma di autolimitazione per la polis stessa. Dopo il periodo greco, che esaminerò meglio nel corso della trattazione, l’ autonomia degli individui si è manifestata solo durante la fase del rinascimento medievale dell’ XI secolo per poi essere mascherata dal potere statale che, a partire da allora, avrebbe impedito ai cittadini di partecipare alla produzione di decisioni. La politica , successivamente, è diventata L’arte di impedire alla gente di immischiarsi di ciò che la riguarda. 3 Secondo quanto ha affermato Valèry. I greci ,invece, avevano inventato la filosofia la quale permetteva loro di interrogarsi sul mondo ; avevano la tragedia che ripone l’uomo sul suo proprio piano, vale a dire il piano della vita in cui la speranza è imprigionata 3 Paul Valèry , Sguardi sul mondo attuale, cit. p. 51

Anteprima della Tesi di Francesco Petrone

Anteprima della tesi: Cornelius Castoriadis ed il progetto dell'autonomia nell'epoca della globalizzazione, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Petrone Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1919 click dal 11/11/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.