Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto al lavoro: dalla tutela nazionale a quella comunitaria ed internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 A questa pretesa, la risposta dei pubblici poteri non deve essere necessariamente l’assegnazione di un concreto posto di lavoro (a carico dello stato), può essere una risposta articolata e non necessariamente diretta al singolo (magari, sul lato della domanda può consistere in una politica di sviluppo economico, territoriale, orientata alla creazione di posti di lavoro; sul lato dell’offerta, un’attività diretta a somministrare sussidi, mezzi e conoscenze capaci di aumentare chances di reinserimento). Ma per quanto possa essere articolata la risposta, l’assenza di risposta, ossia l’inattività dei pubblici poteri, si configura come un vero e proprio inadempimento (che, come sostiene il Barile, potrebbe reindividualizzare la pretesa del singolo, fino a legittimare il disoccupato “abbandonato” a chiedere i danni allo Stato).

Anteprima della Tesi di Giovanni Castiello

Anteprima della tesi: Il diritto al lavoro: dalla tutela nazionale a quella comunitaria ed internazionale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Castiello Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8950 click dal 12/11/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.