Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo nella storia dell'intervento straordinario per il Mezzogiorno (1946-1960)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Ovviamente ci sono state anche le note positive. La consultazione di fonti presso l’archivio storico della Banca d’Italia è stata fondamentale per dissipare l’intreccio dei rapporti economici, politici, diplomatici che si crearono tra i vari attori nel decennio successivo alla guerra e, soprattutto, per raffigurare i percorsi complessi attraverso i quali si giunse alla stipulazione dei contratti di prestito che formarono il primo momento istituzionale dei rapporti tra Italia a Banca mondiale. La visione dei documenti è stata essenziale per illustrare le prime richieste di prestito avanzate dal nostro Governo, delineati nel primo capitolo, ed i rapporti degli istituti di credito speciale con la Cassa per il Mezzogiorno, descritti nel terzo, che, grazie al Servizio Vigilanza, sono puntualmente conservati e catalogati. Il lavoro svolto presso l’Archivio Centrale dello Stato, poi, è stato nodale sempre per la stesura del terzo capitolo, riguardante la fase operativa ed il rapporto Cassa-Birs. I prestiti concessi, gli interventi realizzati, le valutazioni finanziarie ed il relativo impatto socio-economico degli stessi, sono rinvenibili oltre che nelle Relazioni ai Bilanci della Cassa e nelle sedute del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo, nelle “Cartelle Pescatore”. Lo studio è stato completato dall’approfondimento della tematica presso la Biblioteca Nazionale, quella della Luiss G.Carli, quella dell’Animi, della Svimez, dell’Imes e dalla consultazione dei resoconti delle sedute della Camera dei Deputati nella fase di approvazione della legge istitutiva della Cassa. Di diversa natura sono i documenti (corrispondenza, appunti, studi, promemoria) che ho consultato e che segnano il delicato passaggio della società italiana dal dopoguerra al “miracolo”, da una politica miope nei confronti dei problemi dello sviluppo del Sud d’Italia al nuovo ruolo dello Stato nell’economia, al tentativo di trasformare la crescita del Mezzogiorno in un modello vincente d’intervento in aree economicamente depresse nel resto del mondo. Ho anche ampliato le fonti bibliografiche con la lettura degli articoli dei giornali dell’epoca e le pubblicazioni sulle riviste specializzate, privilegiando le fonti coeve piuttosto che le riconsiderazioni a posteriori.

Anteprima della Tesi di Anna Muraca

Anteprima della tesi: La Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo nella storia dell'intervento straordinario per il Mezzogiorno (1946-1960), Pagina 3

Tesi di Dottorato

Dipartimento: economia

Autore: Anna Muraca Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2934 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.