Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stima di frequenza in canali tempo varianti per sistemi W-CDMA con codici lunghi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il canale radiomobile 7 1/ c r B σ∝ (1.2.11) Perciò per una data velocità di segnalazione 1/T, possiamo dividere i canali multipath in 2 classi: 1. quelli non selettivi, in cui 1/ c B T> e nei quali tutte le componenti del segnale subiscono pressoché la medesima attenuazione (Fig. 1.4a) 2. quelli selettivi, in cui 1/ c B T< e nei quali le componenti sono attenuate in modo diverso a seconda della frequenza (Fig. 1.4b) Fig. 1.4 Canale non selettivo a) e selettivo b) La selettività in frequenza del canale trasmissivo si traduce in una distorsione lineare del segnale trasmesso, che a sua volta genera interferenza intersimbolica (ISI) al ricevitore. Questa deve essere opportunamente compensata per evitare una severa degradazione delle prestazioni del sistema. Le tecniche usate per la compensazione dell’ISI sono genericamente note come ‘tecniche di equalizzazione’. Nei sistemi convenzionali a singola portante (PSK, QAM) si utilizzano di solito equalizzatori lineari o a reazione che operano nel dominio del tempo (filtri numerici a risposta impulsiva finita). Quando il canale è fortemente selettivo, essi presentano tempi di acquisizione molto lunghi. La soluzione migliore in questi casi è il ricorso ad una modulazione resistente alle distorsioni causate da fading selettivo. Come vedremo nel prossimo capitolo, la tecnica di accesso multiplo CDMA si dimostra piuttosto robusta nei confronti delle distorsioni da fading selettivo. f f Spettro del segnale Spettro del segnale ( )C f (a) (b)

Anteprima della Tesi di Silvia Massa

Anteprima della tesi: Stima di frequenza in canali tempo varianti per sistemi W-CDMA con codici lunghi, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Silvia Massa Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1557 click dal 15/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.