Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tetralogia degli sconfitti: Billy Wilder e la società americana. ''La fiamma del peccato'', ''Giorni perduti'', ''Viale del tramonto'' e ''L'asso nella manica''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Al sistema dei personaggi fa da sfondo la medesima società rigida e raggelata di chiaroscuri, schematica e straniante, nella quale l’uomo è come immerso in un dilagante e denso magma, campo di battaglia e di sconfitta dentro al quale i personaggi rivestono sino in fondo il proprio ruolo, senza sensibili mutamenti di funzione, racchiusi entro la circolarità senza alternative di storie simili e di conclusioni praticamente identiche in tre casi su quattro, con la parziale e sorprendente eccezione di Giorni perduti. La circolarità narrativa racchiude nei suoi contorni precisi e netti tutte e quattro le storie, rappresentando un altro importante punto in comune tra i quattro film, vero e proprio connotato costante dell’intera tetralogia. Le storie raccontate nei quattro film, infatti, possiedono la medesima e inarrestabile circolarità narrativa (l’esempio più lampante è Giorni perduti, come vedremo in seguito): terminano sempre laddove sono cominciate, racchiuse entro i paletti della narrazione-confessione di alcuni personaggi, inglobando e serrando così quell’universo di ruoli e traiettorie umane che ne fanno, in definitiva, quattro analisi di determinati “casi umani” sullo sfondo della società statunitense. All’interno delle fondamenta di questa circolarità, le dinamiche tra personaggi in ciascun film rivelano altrettanto significative similitudini, modulate spesso sulla figura del triangolo, che racchiude a sua volta in sé, nonostante la loro importanza sfumata, le figure della coppia maschile e della coppia maschio-femmina. Abbiamo così triangoli d’una certa importanza in La fiamma del peccato (Neff - Phyllis - Lola, e altri che vedremo), in Giorni perduti (Birnam - Nat – Helen, e altri più sottili), in Viale del tramonto (Gillis - Norma - Betty) ed infine in L’asso nella manica (Tatum - Lorraine Minosa - Leo Minosa). La figura della coppia maschile agisce con una forte polarizzazione soprattutto in La fiamma del peccato, con l’unione/contrapposizione tra Neff e Keyes, ma anche, in modo diverso, negli altri film: in Giorni perduti la coppia maschile si instaura sui lati opposti di un bancone di bar tra Nat e Don Birnam, in Viale del tramonto combatte all’interno della fatiscente dimora di Norma Desmond tra il giovane Gillis e il vecchio Max Von Mayerling, in L’asso nella manica lega e separa il moribondo Leo Minosa allo spietato Charles Tatum, formando probabilmente la coppia maschile più complessa dell’intera tetralogia.

Anteprima della Tesi di Francesco Gallo

Anteprima della tesi: La tetralogia degli sconfitti: Billy Wilder e la società americana. ''La fiamma del peccato'', ''Giorni perduti'', ''Viale del tramonto'' e ''L'asso nella manica'', Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Gallo Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1377 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.