Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Fiducie: un'analisi di diritto comparato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 Introduzione “Vous pouvez choisir doucement un ami intime de votre femme, auquel vous donnerez en bonne forme par votre testament tout ce que vous pouvez: et cet ami ensuite lui rendra tout” (Molière, Il malato immaginario. Atto I, scena VII) Chi studia la fiducie da storico è costretto a parlare della morte di un istituto, chi studia la fiducie da giurista moderno può parlare, forse, della nascita d’un istituto nuovo. La Convenzione dell’Aja sulla legge applicabile ai trusts e sul loro riconoscimento ha prodotto nell’ultimo ventennio un consistente aumento d’interesse a livello internazionale verso l’istituto del trust, non soltanto da parte degli studiosi del diritto, ma anche a livello operativo, da parte dei fruitori dei servizi economici, i quali, dato il continuo aprirsi del mercato internazionale, domandano strumenti giuridici sempre nuovi e capaci di soddisfare interessi che si stanno sempre più diversificando.

Anteprima della Tesi di Andrea Salustri

Anteprima della tesi: La Fiducie: un'analisi di diritto comparato, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Salustri Contatta »

Composta da 282 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3193 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.