Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gioco del calcio come fenomeno sociale tra rappresentazione e realtà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 che cosa essi, a loro volta, possono aspettarsi da lui: tali informazioni indicheranno come meglio agire per ottenere una sua determinata reazione. I presenti possono ricavare informazioni da diverse fonti e molti indicatori (o “ strumenti segnici ”) sono disponibili a questo scopo. Se non conoscono affatto l’individuo, gli osservatori possono raccogliere indizi dalla sua condotta e dalla sua apparenza, così da potersi servire di precedenti esperienze fatte con persone abbastanza simili all’individuo presente, o, cosa più importante, applicare ad esso stereotipi non controllati in precedenza. […] Si può fare affidamento su quanto l’individuo dice di sé, o sulla documentazione che egli offre in merito alla sua identità. Se gli osservatori conoscono l’individuo o ne sanno qualcosa in base a esperienze precedenti all’interazione in esame, essi possono agire nel presupposto che le sue caratteristiche psicologiche abbiano un carattere di generalità e continuità e possano quindi essere utilizzate per prevedere il suo comportamento. Tuttavia, durante il periodo in cui l’individuo è alla presenza diretta di altre persone, si verificano pochi avvenimenti tali da procurare agli astanti quelle informazioni decisive che sono loro necessarie per determinare a ragion veduta le loro azioni. Molti fatti cruciali restano al di fuori dei limiti spaziali e temporali dell’interazione o, pur essendovi compresi, non sono evidenti. Per fare un esempio, le convinzioni, gli atteggiamenti, le emozioni “vere” o “reali” dell’individuo possono essere accertate solo indirettamente, attraverso le sue dichiarazioni o ciò che appare essere un comportamento espressivo involontario. [...] Riportando le parole di Ichheiser l’individuo dovrà agire in modo da esprimersi più o meno intenzionalmente, e i presenti, a loro volta, dovranno riportare un’impressione sul suo conto >>. 8 La sua analisi è focalizzata sulle ambiguità di fondo che condizionano la struttura del self nel momento in cui l’individuo si relaziona con gli altri, generando rappresentazioni fuorvianti dal momento che siamo costretti a basarci su deduzioni. Come precisa l’autore: << Quando un individuo viene a trovarsi alla presenza di altri, vorrà essere al corrente dei fatti della situazione […]. Per conoscere completamente gli elementi di fatto che caratterizzano la situazione, l’individuo dovrebbe poter disporre di tutti i dati relativi allo status sociale degli altri. Gli sarebbe anche necessario conoscere sia l’effettivo risultato o 8 Cfr. Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione, op. cit., pp. 11-12.

Anteprima della Tesi di Davide Quaglio Cotti

Anteprima della tesi: Il gioco del calcio come fenomeno sociale tra rappresentazione e realtà, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Davide Quaglio Cotti Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8075 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.