Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cinema: specchio della società. La guerra civile nei film libanesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 hanno offerto due visioni diverse sul cinema libanese. Nel mio personalissimo i‘Ñār 1 di incontri, interviste, pellegrinaggi in biblioteche ed archivi, sono riuscita anche a “scomodare” Ghassān Abū Shaqra, segretario del Wizārat ath-thaqāfa wa at-ta‘līm al-‘ālī – Ministero della Cultura e dell’Istruzione – rimediando un opuscolo sul cinema intitolato As-sīnimā al-lubnāniyya. 1929 – 1995 (Il cinema libanese. 1929-1995), una videocassetta con un documentario sulla storia del cinema – As-sīnima al-lubnāniyya (Il cinema libanese), per l’appunto – e una chiacchierata sulla difficoltà di finanziare il cinema libanese contemporaneo. Dopo tutto questo, decisi che la mia tesi non sarebbe stata una sorta di “storia del cinema libanese”, una cronologia di lungometraggi realizzati dalla nascita del cinema ad oggi. La mia tesi doveva vertere piuttosto sul rapporto tra società e cinema. Infatti, ciò che mi ha sempre affascinato del Libano sono le sue estreme “diversità”, le sue contraddizioni più o meno evidenti che rendono il Paese unico ed affascinante. Crogiolo di etnie e di religioni, il Libano ha sempre accolto sulle sue montagne minoranze di qualsiasi provenienza, dando vita ad una società ricca di tradizioni, di storie diverse e di paradossi. L’eterna questione sull’identità libanese, l’eterna domanda sull’appartenenza del Paese dei cedri, sono sempre state presenti nelle fasi salienti della storia di questo Paese, senza tuttavia trovare una risposta… forse… Infatti qualcosa è cambiato in Libano, qualcosa è successo perché si arrivasse alla guerra civile e perché si trovassero delle risposte nella medesima guerra. 1 “Vortice” . Da Al-i‘Ñār, film di Samīr pabshī, realizzato nel 1992. Storia di un giovane studente libanese che, dopo aver compiuto gli studi in Russia, decide di tornare in Libano. Una volta in Patria, rimane vittima del vortice di violenza e di assurdità che attanaglia la sua nazione.

Anteprima della Tesi di Chiara Cazzaniga

Anteprima della tesi: Cinema: specchio della società. La guerra civile nei film libanesi, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Chiara Cazzaniga Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3548 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.