Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio di sussidiarietà nel sistema delle autonomie locali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 I.2 – EVOLUZIONE DEL PRINCIPIO IN AMBITO COMUNITARIO E SUOI SVILUPPI NELL’AMBITO INTERNO Con l’espressione di sussidiarietà verticale, come visto poc’anzi, si intende indicare in prima approssimazione “la individuazione della competenza primaria [che] deve avvenire in modo da assegnarne la titolarità al soggetto più vicino al cittadino” 8 . Questa affermazione pur non essendo sufficientemente esaustiva, ci permette tuttavia di introdurre il tema della sussidiarietà con specifico riferimento all’ambito giuridico. Essa, come si vedrà più dettagliatamente oltre, non si risolve infatti nella semplice allocazione del maggior numero di funzioni possibili agli enti territoriali minori, senza ulteriori criteri di riferimento. Nella attribuzione di competenze e funzioni esercitata secondo il principio di sussidiarietà verticale 9 , si deve aver riguardo al rispetto di altri principi, criteri o, più semplicemente, meccanismi, i quali giustifichino adeguatamente l’applicazione del principio medesimo. Il principio di sussidiarietà è stato tacciato di essere “principio ambiguo, con almeno trenta diversi significati, programma, formula magica, alibi, mito, epitome della confusione, foglia di fico” 10 . Tuttavia va detto che proprio la presunta ambiguità del principio ha permesso allo stesso di affermarsi in angusti spazi culturali e giuridici, divenendo, nel volgere di pochi anni, uno dei maggiori punti di riferimento dell’architettura della costituenda Unione Europea. Sotto il profilo giuridico, la prima applicazione del principio di sussidiarietà in forma 8 F. Frattini, Relazione Introduttiva, in Sussidiarietà e Pubbliche Amministrazioni – Atti del convegno per il 40° della Spisa, Bologna, 1997, pag. 61. 9 Ai fini del presente lavoro, con l’espressione principio di sussidiarietà, si intenderà esclusivamente la sussidiarietà verticale, specificandosi espressamente eventuali riferimenti alla sussidiarietà orizzontale 10 S. Cassese, L’Aquila e le mosche, in Sussidiarietà e Pubbliche amministrazione, a cura di F.A. Roversi Monaco, Atti del 40° della Spisa, Bologna, 1997

Anteprima della Tesi di Galeazzo Bignami

Anteprima della tesi: Il principio di sussidiarietà nel sistema delle autonomie locali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Galeazzo Bignami Contatta »

Composta da 322 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9160 click dal 03/12/2004.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.