Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un caso di uso pubblico della storia: l'applicazione del paradigma antifascista alla guerra del Golfo del 1991

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Uno stato, posto fin dalla sua nascita, sotto il mandato della Gran Bretagna. L’istituzione dei mandati che avviene con gli accordi Sikes-Picot, venne presentata come una missione di civilizzazione che attingeva alle forze dell’universalismo illuminista. I mandati, invece, riprendono la pratica ereditata dal dispotismo illuminato, mirante a fare il bene del popolo anche contro di esso. Durante la seconda guerra mondiale, in Iraq come in tutto il Medio Oriente sono molti a protendere per la Germania hitleriana, nella speranza che la sconfitta degli alleati permetterà loro di liberarsi dal dominio britannico. Gli Inglesi hanno voluto fare dell’Iraq un paese moderno secondo i criteri europei. Lo hanno dotato di un esercito all’avanguardia di tecnologie avanzate. Ma era un paese dai confini artificiali dominato da una minoranza sunnita che non era espressione della maggioranza sciita della popolazione. Un paese in cui il nazionalismo arabo era stato imposto, come elemento di coesione di una società caratterizzata da forti divisioni etniche e confessionali. La missione civilizzatrice degli inglesi è consistita, quindi, nel manipolare l’identità di questo popolo distruggere l’ordinamento tradizionale e imporre il sorgere di una società autarchica e nazionale 11 . Ma è nella dominazione della minoranza sunnita della popolazione da ricercare la causa della continua instabilità politica di questa nazione che non è mai riuscita a realizzare un reale processo democratico. La repubblica di Kassem ha destabilizzato il fragile equilibrio imposto coattivamente dai britannici, ha eliminato le vecchie élite della monarchia hashemita, ha permesso la liberazione di movimenti a lungo repressi, ma 11 G.E.Von Grunebaum, L’islamismo dalla caduta di Costantinopoli ai giorni nostri, Storia universale Feltrinelli, Milano 1972, pag 428

Anteprima della Tesi di Simona Enza Caltabiano

Anteprima della tesi: Un caso di uso pubblico della storia: l'applicazione del paradigma antifascista alla guerra del Golfo del 1991, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Simona Enza Caltabiano Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1336 click dal 22/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.