Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela giurisdizionale dei diritti fondamentali dell'uomo nell'Unione Europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 dell’economia, e come il processo di integrazione europea, iniziato negli anni cinquanta, avesse, in origine, una finalizzazione essenzialmente economica 4 . Il Trattato di Parigi 5 , che istituiva la Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), riguardava settori specifici come l’industria siderurgica e carbonifera. L’obiettivo era creare, attraverso la messa in comune di carbone e acciaio, risorse vitali per l’economia europea devastata, una solidarietà di fatto, che rendesse ineluttabile la futura integrazione politica. L’impostazione settoriale venne confermata in seguito al fallimento nel 1954 della Comunità europea di difesa (CED) e del tentativo di unione politica che doveva accompagnarla 6 . Al processo d’integrazione europea viene dato un carattere funzionalistico per realizzare qualche cosa che non doveva “spaventare” più di tanto chi si proclamava geloso custode delle sovranità nazionali 7 . Infatti l’approccio funzionalista caratterizza anche i Trattati di Roma della Comunità europea dell’energia atomica (EURATOM) e della Comunità economica europea 8 . 4 APOSTOLI A., La Carta dei diritti dell’unione europea, Brescia, 2000, p. 3. 5 Trattato CECA firmato a Parigi il 18 aprile 1951, entrato in vigore il 23 luglio 1952 è stato concluso per la durata di cinquanta anni e quindi dal 23 luglio 2002 non è più in vigore. 6 E’ interessante notare come nel progetto di Trattato istitutivo della CED del 27 maggio 1952, fosse espressamente previsto l’obbligo per la Comunità di rispettare “ Les libertés pubbliques et les droits fondamentaux des individus”,(art. 3). Inoltre analogo disposto figurava nel progetto di Trattato istitutivo della Comunità politica europea, del 26 febbraio 1953, insieme alla previsione di un rinvio pregiudiziale della Corte della Comunità alla Corte Europea dei diritti dell’uomo (art. 43). 7 MENGOZZI P., La tuta i diritti umani nella giurisprudenza comunitaria, in ROSSI L. S., Carta dei diritti fondamentali e Costituzione europea, Milano, 2002, p. 44. 8 Trattato EURATOM e CEE firmati a Roma il 25 maggio 1957 sono entrati in vigore il 1 gennaio 1958.

Anteprima della Tesi di Giusi Brandano

Anteprima della tesi: La tutela giurisdizionale dei diritti fondamentali dell'uomo nell'Unione Europea, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giusi Brandano Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19226 click dal 29/11/2004.

 

Consultata integralmente 79 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.