Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Determinazione mediante Reti Neurali del profilo dell’Utente di una computing grid

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP.1:IL PROGETTO EU-DATAGRID 15 1. 3 Il Progetto EU-DataGrid. 1.3.1 DataGrid, generalità In questo paragrafo sono esposte le caratteristiche e l’architettura di EU- DataGrid, progetto di una griglia geograficamente estesa su tutta l’Europa, facilmente estendibile all’intero pianeta. Come già il nome suggerisce, EU-DataGrid è classificabile come griglia di dati secondo la tassonomia proposta in [14]: è, dunque, orientata essenzialmente verso applicazioni high-throughput di tipo parameter-sweep, tipiche di comunità scientifiche che necessitano l’analisi di enormi moli di dati, distribuiti nei vari centri di ricerca, condividendo sia le applicazioni, sia i dati di analisi, sia i risultati dell’analisi. I più interessati all’uso della griglia europea sono i fisici della HEP (High Energy Physic, fisica delle alte energie). L’obiettivo finale rimane comunque quello di costruire un sistema adatto ad ogni tipo di applicazione. 1.3.1.1 Motivazioni e finalità del progetto EU-DataGrid Il CERN (Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare), con sede a Ginevra, è il più grande istituto che si occupa dello studio della fisica delle particelle, fornendo da anni fondamentali risultati e scoperte in questo ambito, attraverso il progetto, la realizzazione e la gestione di grandi acceleratori. Tra i tanti esperimenti finora effettuati, il più importante è stato LEP, per il quale si è costruito il più grande acceleratore di particelle del mondo, di 27 km di circonferenza. La massima energia di collisione tra particelle raggiunta è stata di 209 GeV. Nonostante i notevoli risultati conseguiti, LEP ha lasciato, e creato, molte questioni in sospeso. Nasce dunque la necessità di passare ad un livello superiore: l’esperimento LHC mira dunque a superare la soglia di massima energia conseguita durante LEP e studiare la cosiddetta fisica delle alte energie (HEP). Sono in programma 4 diversi esperimenti, i cui nomi sono ALICE, ATLAS, CMS e LHCb [16]. In complessivo si stima che al CERN verranno raccolti circa 3,5 PB di dati all’anno, sotto forma di oggetti RAW (Real Raw Data, sono l’output dei rilevatori) e SIM (Simulated Raw Data, frutto della simulazione del fenomeno fisico). Successivamente questi dati verranno selezionati e quindi analizzati. Durante questo processo, i dati, finora raccolti tramite hardware dedicato connesso al rilevatore, quindi necessariamente locati al CERN, vengono filtrati e analizzati: prima vengono “trasformati” in oggetti ESD (Event Summary Data, dopo ricostruzione), quindi in

Anteprima della Tesi di Livio Murianni

Anteprima della tesi: Determinazione mediante Reti Neurali del profilo dell’Utente di una computing grid, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Livio Murianni Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1062 click dal 22/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.