Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Attività Motoria Adattata Domiciliare e Stile di Vita Attivo: Esperienza di Tirocinio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Tutte queste componenti, se da un lato dimostrano l’interesse che la società e la sanità stanno dimostrando nei confronti della QdV, dall’altro denunciano la complessità e la multidimensionalità dell’argomento: occorre infatti considerare la moltitudine di interazioni interpersonali e di fattori individuali che concorrono a determinare una buona QdV. Tali considerazioni hanno dato vita ad alcuni “modelli”di QdV. Halpern (1985) sviluppò un modello articolato in quattro dimensioni fondamentali di qualità che devono integrarsi tra loro : occupazione, residenza, supporti sociali e soddisfazione personale. Al 115° Convegno dell’Associazione Americana sul Ritardo Mentale viene proposto un modello “multidimensionale”(Schalock, 1991), che da particolare rilevanza a tre aspetti fondamentali: alle caratteristiche personali, alle condizioni oggettive di vita e alla percezione che gli altri hanno a proposito delle persone con disabilità, in modo da inglobare sia aspetti del “macrosistema” (tendenze e fattori culturali) che del “microsistema” (la sfera personale del soggetto). Tale modello determina la struttura del Quality of Life Questionnaire, (Schalock, Keith, Hoffman, 1990) basandosi soprattutto su : indipendenza, intesa come possibilità di esercitare un controllo sul proprio ambiente, produttività ed integrazione comunitaria ed infine soddisfazione nel realizzare i propri bisogni. Murrel e Norris (1983) fanno notare come l’analisi che occorre effettuare per avere una buona indicazione della QdV deve essere di tipo ecologico, cioè considerare le caratteristiche fondamentali dell’ambiente di vita del soggetto, comprendendo quindi tutto ciò che egli considera necessario per ricavare benessere, avere la possibilità di

Anteprima della Tesi di Andrea Borasi

Anteprima della tesi: Attività Motoria Adattata Domiciliare e Stile di Vita Attivo: Esperienza di Tirocinio, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Andrea Borasi Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9741 click dal 23/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.