Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accesso e trasparenza nell'attività della Pubblica Amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 una“barriera impalpabile ma efficace nel garantire una separazione tra amministrazione ed amministrati” 6 . L’art. 28 della L. 241/90 invece, ha modificato l’art.15 T.U. citato, nel senso che il segreto residua “al di fuori delle ipotesi e delle modalità previste dalle norme sul diritto di accesso”, così ribaltando il rapporto di valore e configurando, almeno in linea di principio, l’accesso come tendenzialmente prevalente rispetto a generiche esigenze di segretezza dell’amministrazione. Il segreto amministrativo dunque, sembra perdere il carattere di assolutezza che rivestiva in passato e operare , come eccezione all’accesso, solo in relazione alla salvaguardia di preminenti esigenze di conservazione dell’ordinamento (ordine pubblico, sicurezza e difesa nazionale, tutela della riservatezza, ecc.) scolpite in norme legislative e regolamentari 7 6 Così, G. ARENA, La trasparenza amministrativa ed il diritto di accesso ai documenti amministrativi in A.A.V.V. L’accesso ai documenti amministrativi, a cura di G.Arena, Bologna 1991 p.11; anteriormente all’emanazione della L.241 vi era però chi sosteneva che, essendo quello della pubblicità un carattere essenziale dell’attività amministrativa, “ l’articolo 15 t.u. imp. civ. dello Stato, non dovrebbe consentire un ambito di segretezza più vasta di quella strettamente indispensabile alla tutela dell’efficienza della funzione e degli interessi dei terzi” così A. LOIODICE, voce Informazione (diritto alla) in Enc. Dir. XXI, 1971, p.487 7 L’art.24,co.2 della l. n.241/90 (ma anche il Regolamento emanato con D.P.R. n.352/1992) individua ,infatti, i casi di esclusione del diritto di accesso in relazione alla esigenza di salvaguardare: a) la sicurezza, la difesa nazionale e le relazioni internazionali;b) la politica monetaria e valutaria;c) l’ordine pubblico e la prevenzione e repressione della criminalità;d) la riservatezza di terzi, persone, gruppi e imprese

Anteprima della Tesi di Benedetto Piarulli

Anteprima della tesi: Accesso e trasparenza nell'attività della Pubblica Amministrazione, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Benedetto Piarulli Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13523 click dal 07/12/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.