Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli americani a Licata. Dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica. 1943-1946

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 porto di Siracusa e le zone di sbarco intorno a Pachino, per poi prendere contatto con la Settima Armata di Patton a Ragusa. 13 Le forze avrebbero proseguito verso nord per impadronirsi dei porti di Augusta e di Catania e dei campi di aviazione di Gerbini, tutti importanti obiettivi strategici, per poi spingersi alla cattura di Messina ed isolare le truppe dell’Asse dall’Italia continentale. La Settima Armata sarebbe sbarcata nell’area del Golfo di Gela, su di un fronte di circa 80 km tra Licata e Punta Braccetto, con due divisioni del II Corpo d’Armata, la 1^ (chiamata Dime Force, che doveva attaccare Gela) e la 45^ (chiamata Cent Force, che avrebbe attaccato Scoglitti), più una sotto task force separata (Joss Force) composta dalla 3^ divisione rinforzata che doveva dirigere un assalto simultaneo contro Licata, operando in modo indipendente. Le forze di terra erano appoggiate al largo dalle navi della 2^ divisione corazzata. I principali obiettivi della Task Force americana erano il porto di Licata e i campi d’aviazione di Ponte Olivo, Biscari e Comiso, per poi prendere contatto a Ragusa con le truppe dell’Ottava Armata e difendere il loro fianco sinistro. Erano previste delle operazioni preliminari allo sbarco delle due Armate, consistenti in atterraggi d’alianti e di paracadutisti della 1^ Brigata di sbarco aereo inglese e dell’82^ divisione aviotrasportata statunitense, al fine di ostacolare i movimenti e le comunicazioni nemiche ed aiutare a catturare i campi d’aviazione nel settore di Gela e l’importante ponte sul 13 Carlo D’Este, op. cit., p. 113

Anteprima della Tesi di Claudio Li Gotti

Anteprima della tesi: Gli americani a Licata. Dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica. 1943-1946, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Claudio Li Gotti Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2028 click dal 01/12/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.