Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scelte aziendali in condizioni di incertezza: gli usi non finanziari del "Value at Risk e le Opzioni Reali"

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 soggetto otterrà alla scadenza definita in base al suo orizzonte temporale T 15 una ricchezza pari a T T iWW )1( 0 += . Se invece il decisore optasse per effettuare un’operazione, per attivare la quale fosse necessario l’investimento di una somma pari ad 0 a 16 si verificherebbero le seguenti situazioni: ¾ scadenza 0 t : un flusso pari ad 0 a è sottratto alla sua ricchezza iniziale; quindi la sua disponibilità è pari a 0 aW o − , che viene investita nel modo abituale per il decisore; ¾ scadenza 1 t : l’operazione fornisce il suo primo flusso 1 a che viene investito anch’esso a tasso i nella solita modalità; ¾ scadenza 2 t : con l’operazione si rende disponibile il secondo flusso, 2 a , dall’investimento del primo flusso si ottiene un montante pari a 1 1 )1( − + T ia e dall' investimento della disponibilità iniziale si otterrà una ricchezza pari a T oT iaWW )1)(( 0 +−= . L’investimento verrà intrapreso se la ricchezza all’orizzonte temporale considerato sarà maggiore rispetto a quella derivante dal non effettuare l’operazione, quindi se TTTT iWiaiaiaW )1()1()1()1)(( 0 2 2 1 100 +>+++++− −− ; esprimendo come TTTTT iWiaiaiaiW )1()1()1()1()1( 0 2 2 1 100 +>+++++−+ −− da entrambi i membri viene sottratto il termine T iW )1( 0 + e si ottiene 0)1()1()1( 2 2 1 10 >+++++− −− TTT iaiaia dividendo tutti i membri della disequazione per il fattore T i)1( + si avrà che l’operazione sarà conveniente se 0 2 2 1 1 )1( ... )1( )1( a i a i a i a tn n tt > + ++ + + + , cioè se il valore attuale dei flussi derivanti dall’operazione finanziaria è superiore a quello necessario ad attivarla 17 . 15 Qui T si suppone uguale a 2 ma il suo valore si rivelerà come quello della ricchezza iniziale ininfluente ai fini del risultato finale. 16 Si ipotizza che il valore 0 a sia minore della disponibilità iniziale 0 W ; questa ipotesi diventerà trascurabile nei modelli di Van su capitale proprio che tengono conto dei flussi derivanti dall’indebitamento. 17 E. CASTAGNOLI – L. PECCATI op. cit. pag. 70

Anteprima della Tesi di Domenico Benedetti

Anteprima della tesi: Scelte aziendali in condizioni di incertezza: gli usi non finanziari del "Value at Risk e le Opzioni Reali", Pagina 9

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Domenico Benedetti Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2611 click dal 26/11/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.