Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodologie e prime applicazioni sperimentali per la gestione strategica degli atenei

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Introduzione Gli atenei italiani, nell’ultimo ventennio sono stati coinvolti in modo specifico dal processo di riforma, al quale hanno preso parte tutte le pubbliche amministrazioni. Le ragioni del cambiamento risiedono nel desiderio di aumentare l’efficienza economica e qualitativa di un settore, quello pubblico, che da tanti è visto, non sempre a ragione, inefficiente sia da un punto di vista economico, sia da una prospettiva gestionale. Alla fine degli anni ottanta si assiste al passaggio da una logica competitiva tra settore pubblico e privato ad una logica “win-win”. Il settore privato per crescere ha compreso che non può prescindere dall’efficienza della pubblica amministrazione. I mutamenti volti a massimizzare l’efficienza non sono stati un fenomeno solo italiano, ma in tutti i Paesi europei, in vario modo, si è cercato di modificare i propri ordinamenti per essere più funzionali alle esigenze del mercato. Parole prima estranee quali “Controllo di gestione”, “Importanza della clientela”, “Servizi di Qualità” sono entrate a far parte del vocabolario della amministrazione pubblica e con esse sono state introdotte nuove forme organizzative, nuovi ruoli ed una diversa distribuzione delle responsabilità. L’innovazione si è poi spinta oltre introducendo anche nuove figure professionali manageriali, collocate in ruoli chiave e con il preciso compito di rendere efficienti strutture che per molto tempo erano rimaste statiche. L’ambito universitario è stato coinvolto ancora più di altri dall’ondata di rinnovamento e l’introduzione dell’autonomia rappresenta una svolta epocale nel mondo accademico. Oggi non è più possibile parlare di un unico modello italiano dal momento che ogni ateneo può organizzarsi e rispondere come meglio ritiene alle sfide del nuovo millennio, scegliendo strategicamente in base a propri fattori

Anteprima della Tesi di Marco Frecchio

Anteprima della tesi: Metodologie e prime applicazioni sperimentali per la gestione strategica degli atenei, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Frecchio Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2266 click dal 29/11/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.