Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodologie e prime applicazioni sperimentali per la gestione strategica degli atenei

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 esogeni ed endogeni, al fine di massimizzare il proprio risultato di gestione in un sistema simile a quello definito di “quasi mercati” [Bartlett e Le Grand 1993]. Assieme all’autonomia non si possono dimenticare altri eventi che hanno contribuito a cambiare profondamente l’università: è aumentato e continua a crescere il numero di studenti che vi si iscrivono, è stata riformata completamente la didattica ed il vecchio sistema di finanziamento a “piè di lista” è stato sostituito da un nuovo e più efficiente sistema, formato da specifici fondi, che a regime riequilibrerà anche le differenze finanziarie a disposizione dei diversi atenei [Catalano e Silvestri, 1999] . Infine, gli atenei, quali produttori di ricerca oltre che di formazione, hanno notevolmente aumentato la loro rilevanza nel sistema economico, in un Paese che lentamente sta scoprendo l’importanza della ricerca quale propellente indispensabile per la crescita. Alla trasformazione dell’assetto normativo deve necessariamente corrispondere un adeguamento del sistema di gestione degli atenei. Tale adeguamento può basarsi su diverse prospettive, ma la centralità della figura del cliente all’interno del sistema diverrà sempre più l’aspetto preminente nel prossimo futuro. Sulla base di queste considerazioni è stato redatto il presente lavoro, che si pone lo scopo ambizioso di proporre un sistema di gestione degli atenei partendo dalle esigenze dei clienti principali delle università: gli studenti. Il sistema proposto è stato elaborato sfruttando la metodologia Qfd (Quality Function Deployment), e si propone di fornire indicazioni operative su quali siano le scelte strategiche da operare per massimizzare la soddisfazione della clientela. Il lavoro è articolato in due parti. La prima espone le caratteristiche generali del sistema universitario italiano: - il primo capitolo si propone di descrivere brevemente l’evoluzione storica delle università, con particolare attenzione ai mutamenti avvenuti negli ultimi anni a seguito delle diverse riforme. Inoltre, si

Anteprima della Tesi di Marco Frecchio

Anteprima della tesi: Metodologie e prime applicazioni sperimentali per la gestione strategica degli atenei, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Frecchio Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2266 click dal 29/11/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.