Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi spettrale ciclica di segnali per telecomunicazioni: segnale ASK

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 2 13 ^ ` 11 22(* 12 () E()()= (,) d d x jf j fft x R 2 ) X fXf Rt e e t SW S W  { ³³ \\  (2.37) 12 2 0 1 () d jfft x Sf e t S ³ \ (2.38) 0 112 1 ()( ) 0solose x Sf f f f fG z 2 . (2.39) Il supporto nello spazio 12 ,f f della funzione di correlazione spettrale ^ ` * 12 E()()X fXf è costituito da righe con pendenza unitaria. La densità di correlazione spettrale su tale supporto è descritta dagli spettri ciclici , con () x Sf D AD  e può essere espressa come in [2.2] nel seguente modo ^` 2 * 11 0 2 1 () limlim E (,) (, )d T xf fT T Sf fX tfX tf t T D D '' 'o of  ³ f  (2.40) dove l’ordine dei due limiti non può essere invertito e 2 2 2 (, ) ( ) d. tZ jfs Z tZ X tf xse s S    ³  (2.41) Inoltre gli spettri ciclici sono anche chiamati funzioni di densità di correlazione spettrale. Per () x Sf D 0D lo spettro ciclico si riduce allo spettro di potenza o funzione densità spettrale . 0 () x Sf

Anteprima della Tesi di Paolo Grumelli

Anteprima della tesi: Analisi spettrale ciclica di segnali per telecomunicazioni: segnale ASK, Pagina 13

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Paolo Grumelli Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2220 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.