Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La traduzione di una sceneggiatura cinematografica e l'analisi dell'adattamento di un film: il caso di La flor de mi secreto di Pedro Almodovar

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Sarebbe interessante compiere uno studio più approfondito dell’influenza del film sulla lingua dei giovani di Valencia all’inizio degli anni ‘80, ma non sono purtroppo a nostra disposizione elementi tali da permettere di verificare la reale portata di quanto affermato dal cineasta. Non è comunque raro che espressioni e frasi utilizzate in film che, per un motivo o per un altro, vengono trasformati in cult movie da alcuni settori, generalmente giovanili, del pubblico, passino poi a far parte del linguaggio da essi usato. Si tratta comunque di un fenomeno generalmente limitato nello spazio e nel tempo destinato ad esaurirsi dopo un certo periodo, dal momento che il linguaggio giovanile è tanto sensibile agli stimoli provenienti dai media quanto mutevole ed incostante nelle sue manifestazioni. L’influenza delle opere cinematografiche di Almodóvar supera in alcuni casi i confini del paese d’origine del cineasta, determinando usi linguistici particolari anche all’estero. In Italia, il caso più eclatante è rappresentato da un fenomeno riscontrabile nei media in generale ed in modo particolare nella stampa: i frequenti rimandi all’opera più famosa del regista, Mujeres al borde de un ataque de nervios (Donne sull’orlo di una crisi di nervi) ogni qualvolta venga trattato un aspetto qualsiasi dell’universo femminile. Da un’analisi peraltro non sistematica di articoli pubblicati in periodici italiani, si è potuto osservare come il nome del film in questione venga spesso parafrasato ed utilizzato come titolo giornalistico senza che vi sia necessariamente alcun collegamento tematico diretto fra il film e gli articoli stessi, se non il riferimento generico a problematiche che interessano donne. Gli esempi in questo senso non mancano. Su L’Espresso del 29 ottobre 1995, a pag. 115, Lia Quilici firma la recensione del romanzo L’autunno della signora Waal di Nico Orengo, definito dalla giornalista “un ritratto al vetriolo che coinvolge l’intera generazione [femminile] tra i trenta e i quarant’anni” (Quilici 1995: 115): l’articolo porta come titolo “Donne sull’orlo di una crisi di sesso”, di evidente ispirazione almodovariana. A pag. 37 del Corriere della Sera del 18 luglio 1996, Fabio Cavalera analizza le aspettative, i timori e le insoddisfazioni delle atlete presenti alle Olimpiadi di Atlanta nell’articolo “Donne sull’orlo di una crisi di rabbia”.

Anteprima della Tesi di Mirco Vendraminetto

Anteprima della tesi: La traduzione di una sceneggiatura cinematografica e l'analisi dell'adattamento di un film: il caso di La flor de mi secreto di Pedro Almodovar, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Mirco Vendraminetto Contatta »

Composta da 348 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17998 click dal 30/11/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.