Skip to content

Le sfide dell'Unione Europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
18 partito liberal-popolare austriaco di Haider 10 . Ancora una volta presa sotto gamba la performance delle europee (23,4%), fu solo l’ulteriore crescita nelle politiche dell’ottobre seguente (26,9%) che gettò fondamenta durature per scardinare il compromesso quasi costituzionale tra popolari e socialisti, spingendo verso un esecutivo nero-blu guidato dal leader dell’ÖVP Schüssel e inclusivo di ministri della formazione dell’abile affabulatore “Dottor H” 11 . Un passato familiare tragicamente vicino all’ideologia nazista e dichiarazione rese pubblicamente con “colorito” folklore verbale furono, a conti fatti, l’aspetto più corrosivo della svolta viennese, che una notevole dose di opportunismo dei popolari, in nome dell’autodeterminazione nazionale, cercò di riportare nelle carreggiate di una maggiore ragionevolezza, premendo affinché lo scomodo xenofobo rimanesse ai margini della vita dell’esecutivo, dirigendo informalmente i suoi uomini. Strategia effettivament pagante, dato che nelle elezioni del 2003 l’ÖVP sfiorò la maggioranza assoluta dei seggi e gli alleati “liberali” persero quasi la metà dei voti. Ma strategia premiante anche per Haider, riconfermato il 7 marzo 2004 a furor di popolo Governatore della Carinzia, a testimonianza della perdita di innocenza degli austriaci, nonostante alcuni segnali in controtendenza giunti da Vienna, ritornata il cuore progressista dell’Europa centrale, e dell’elezione alla Presidenza della Repubblica, il 25 aprile 2004, del socialdemocratico Heinz Fischer, in un tipo di consultazione nella quale, va onestamente rilevato, la limitata scelta tra due candidati in un paese in cui vi sono poco più di sei milioni di aventi diritto al voto, l’esito della chiamata alle urne non può essere frainteso per fedele registrazione degli umori profondi dell’elettorato (la cui astensione, cresciuta del 4% rispetto alle presidenziali del 1998, rese la percentuale dei votanti la più bassa da quando il Presidente federale viene eletto direttamente). 10 In prima fila nel respingere la connotazione neofascista di quasi tutti i partiti d’estrema destra, Marcello Veneziani, del quale si legga l’esemplare Uno spettro si aggira in Europa. Ma non è fascismo, «La Gazzetta del Mezzogiorno», 5-5-2002, p.23. Severo assertore dello stampo naziponal-populista di tali partiti M. Tarchi, del quale, oltre a un’ingente mole di interventi dedicati al tema con la rivista «Trasgressioni», si segnala Dal neofascismo al nazionalpopulismo. La parabola dell’estrema destra europea, «Italianieuropei», n.4/2002, pp.188-197. 11 Mutuiamo la fosca espressione dal titolo di un fortunato libro del giornalista RAI Bruno Luverà, dedicato alla ricostruzione dell’exploit elettorale delle destre europee. Cfr. B. Luverà, Il Dottor H. Haider e la nuova destra europea, Einaudi, Torino, 2000.
Anteprima della tesi: Le sfide dell'Unione Europea, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Le sfide dell'Unione Europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Lattarulo
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Profili della cittadinanza nella costruzione dell'Europa
Anno: 2005
Docente/Relatore: Pietro Barcellona
Istituito da: Università degli Studi di Catania
Dipartimento: D.A.P.P.S.I.
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 438

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi